Utente 245XXX
Buongiorno
sono una ragazza di 30 anni, ho effettuato qualche giorno fa un'ecografia addominale completa per altri motivi ed è emersa una: "Lieve dilatazione della pelvi renale sx, con diam a-p di 7.5 mm, apprezzabile anche dopo minzione, compatibile verosimilmente con pelvi esorenale, da ricontrollare".
Cosa significa? E' grave?
Ho effettuato a gennaio un esame delle urine completo ed i valori erano tutti nella norma, tranne le cellule epiteliali squamose 14 su un range di 0 - 12.
Come mi consigliate di muovermi? Devo effettuare altri esami? Fra quanto tempo eventualmente dovrei ricontrollare la situazione?
Vi ringrazio per l'attenzione, riuscirò a recarmi dal medico di base solo il mese prossimo e vorrei avere un vostro parere!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,
in assenza di disturbi specifici ed altre lesioni associate, questo riscontro di modesta entità non solleva alcun sospetto ed è molto verosimilmente dovuto ad un particolare atteggiamento congenito delle alte vie urinarie. È molto probabile che già oggi un altro ecografista descriverebbe la situazione in modo differente, d'altronde il risultato questo tipo di indagine è molto legato all'operatore ed all'apparecchio utilizzato, in particolare quando si devono descrivere ed interpretare alterazioni di modesta entità. Parli ovviamente della cosa con il suo medico curante, d'ogni modo, un controllo a distanza di un anno ci parrebbe la scelta più corretta.

Saluti
[#2] dopo  
Utente 245XXX

Iscritto dal 2012
Gentile Dottore
la ringrazio per il suo riscontro. Effettivamente non ho sintomi specifici, anche le analisi del sangue effettuate a febbraio erano normali tranne un lieve rialzo della gamma globulina probabilmente associata all'infezione cronica dei seni paranasali di cui soffro da ormai molto tempo. A volte avverto dei dolori in basso alla schiena a sinistra che si irradiano all'anca e alla gamba ma li ho sempre associati a problematiche ortopediche e di cattiva postura e che comunque noto sono legati al movimento o alla posizione che assumo. Ne parlerò sicuramente con il mio medico di base, intanto la ringrazio per la sua disponibilità.