Utente 241XXX
SALVE
SONO LA MAMMA DI UN BIMBO DI UNDICI ANNI CHE HA PORTATO I PLANTARI PER PIEDE PIATTO LASSO FINO AD OGGI; ora l oropedico mi dice che bisogna operare ma io ho una gran paura dell anestesia per il bimbo; non avendone mai affrontato una e mi chiedo se ci sono prove per sapere se si é allergici; quale anestesia é meglio per questa operazione ( devono inserire una vite nella caviglia ); totale o spinale; se é vero che la spinale é pericolosa per una paralisi alle gambe? vorrei avere quano piu info puo darmi in merito grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
16% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile signora buona sera, come ho scritto nella risposta di cui le allego il link, non si fanno solitamente test allergici ma piuttosto si indaga nella anamnesi allo scopo di conoscere se ci sia una diatesi allergica generale del paziente a diverse sostanze e/o farmaci e ciò allo scopo di valutare la eventuale necessità di una preparazione desensibilizzante.
Quanto al tipo di anestesia, questa è una scelta che emerge dalla valutazione globale del candidato all'intervento fatta dal suo anestesista, alla luce di tutti gli esami eseguiti e della visita preoperatoria.
Mi creda se le dico che comprendo benissimo i suoi timori, ma le metodiche in uso oggi sono sicure specie se utilizzate da mani esperte ed in ambiente attrezzato.
Spero di essere stata chiara e la saluto cordialmente.



http://www.medicitalia.it/consulti/Anestesia-e-rianimazione/416164/Anestesia-per-tac-e-intervento
[#2] dopo  
Utente 241XXX

Iscritto dal 2012
salve,
ho letto quanto allegato.. e in effetti anche io sono agitata sentendo casi di anesestie che hanno provocato la morte. leggevo che ci sono dei centri che praticano dei test per anestesia.. lei diceva che nn ci sono prove..allora questi test cosa riguardano.. sa se ci sono in calabria. grazie.
[#3] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
16% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora buon giorno, esistono dei Centri che sono deputati allo studio di pazienti particolari con alterazioni nelle analisi anche a carattere eredo familiare.
Non so cosa lei abbia letto, se lo desidera mi può inviare un link, poiché in rete si trova tutto ed il contrario di tutto e le notizie non sono sempre affidabili.
Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 241XXX

Iscritto dal 2012
SALVE
HO LETTO COSI TANT ARTICOLI CHE NN SAPREI INDICARE IL LINK:: INTANTO HO CONTATT PEDIATRA E LEI SUGGERISCE UNA PROFILASSI CON BENTELAN E ANTISTAMINICO PER SICUREZZA ; ANCHE SE IL BIMBO NN HA PARTIC PROBLEMI: COSA NE PENSA? GRAZIE
[#5] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
16% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile signora buon giorno, personalmente non sono d'accordo perché a mio avviso i farmaci devono essere somministrati solo quando realmente servono. Questo anche perché nemmeno gli antistaminici ed il cortisone sono scevri dalla possibilità di effetti indesiderati.
L'unica cosa da fare è quella di affidarsi "solo" al suo anestesista, l'unico responsabile del benessere del bambino nell'intra e perioperatorio: lui farà le scelte giuste per la sua sicurezza dopo averlo visitato e visionato gli esami non senza aver raccolto l'anamnesi.
Cordiali saluti.