Utente 349XXX
buongiorno dottori, mi sono iscritto a questo sito per chiedere a voi un consulto, allora premetto che sono un ragazzo molto ansioso e ipocondriaco..è iniziato tutto qualche mese fa con un episodio di tachicardia durato una decina di minuti e da quel giorno non riesco a stare tranquillo, ho avuto altri due episodi di tachicardia la scorsa settimana..piano piano ho sentito un senso di affanno e angoscia e nel giro di 30 secondi ho avuto due episodi di palpitazioni a distanza di 10 dieci minuti e misurandomi i battiti erano a 125. purtroppo sono talmente preoccupato che non faccio altro che misurarmi i battiti ogni dieci minuti e anche uscire di casa è diventato un problema,ho sempre la paura che mi venga qualcosa fuori casa. è da 1 settimana che assumo un prodotto naturale (il biancospino) e devo dire che la cosa è migliorata anche se la mia ansia mi porta a misurare i battiti costantemente. la pressione è 120/75, i battiti seduto sul divano sono 70/75 anche se ho notato che variano spesso (un momento li ho a 70 e dopo 2 minuti a 76)...sdraiato a letto sono 60/66 e in piedi invece arrivo sui 85/95. avevo eseguito una visita cardiologica con ecg e eco nel dicembre del 2013 ed era tutto ok a parte i battiti che erano a 92 ma secondo me per l'agitazione(ogni volta che vedo un medico mi agito). ho smesso di fumare da circa due settimane dopo 10 anni e sono in sovrappeso pero' non riesco neanche a fare attivita' per la paura che mi torni la tachicardia e stare male. anche ieri sera ero a letto con i battiti a 66 sono andato a fare una doccia e ho sentito i battiti andare fortissimo,secondo me erano sui 100/110, e appena uscito dal bagno i battiti sono scesi drasticamente e sono tornati sui 65 quando mi sono messo a letto. a questo punto la mia domanda è...è un problema cardiologico? dovrei rifare una visita per stare piu' tranquillo? la mia paura è l'arresto cardiaco..sono terrorizzato! a uscire di casa è un impresa e non riesco a fare nulla sento continue palpitazioni. aspetto una vostra risposta e scusate per la lunghezza del messaggio ma sono davvero preoccupato. cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
231165

Cancellato nel 2015
Se vuole un consiglio , esegua un ecocardiogramma ed un controllo della funzione tiroidea . Se tutto è normale si dimentichi del cuore delle pulsazioni e della tachicardia altrimenti starà' sempre peggio . Nelle condizioni che le ho descritto non c'e alcun rischio di morte arresto cardiaco o altro. Le freuqneza che indica durant tachicardia non possono essere patologiche ma sono verosimilmente riferibili a tachicardia sinusale, cioè' al suo battito normale che aumenta perché si preoccupa.Se la cosa perdura dopo aver fatto un holter può' farsi aiutare per un breve periodo con qualche farmaco che rallenti la frequenza cardiaca L'ariefice della sua qualità' di vita può' essere solo Lei.
cordiiali saluti
[#2] dopo  
Utente 349XXX

Iscritto dal 2014
bungiorno dottore,grazie della risposta e volevo aggiornarla che mi sono gia fatto prescrivere esami del sangue per vedere la tiroide...e faro' anche una visita cardiologica. ieri mattina sono stato al ps per un dolore addominale che pensavo fosse appendicite invece è tutto ok. dopo 4 ore di pronto soccorso all'uscita ( precisamente in macchina) ho sentito il battito che aumentava e io preoccupato volevo arrivare a casa il prima possibile e a 5 minuti da casa è partito il battito fortissimo(120)..sono corso a letto e piano piano è tornato tutto nella norma..per circa un ora il battito anche da sdraiato era sui 85-90 per poi scendere dopo circa 2 orette a 65-70. quando sono arrivato a casa ho assunto subito 20 gocce di biancospino perchè tremavo, avevo affanno e davvero tanta paura. sono stato a letto fino ad oggi anche perchè ieri sera appena mi alzavo il battito saliva subito e mi spaventavo. oggi il battito è sui 70 seduto sul divano e sono abbastanza tranquillo anche se la paura che ritorni di nuovo è tanta. lei dottore cosa ne pensa? cordiali saluti