Utente 351XXX
Gentili Dottori,
Vi sarei grato di un consulto riguardo a mia figlia di anni 44 affetta da cardiopatia congenita. All'età di sei anni è stata sottoposta ad intervento cardiaco per correzione di canale atrio-ventricolare parziale con "cleft" del lembo anteriore mitralico aperto. Da allora ha goduto di soddisfacenti condizioni di salute. Sei anni or sono ha portato a termine una gravidanza senza sostanziali problemi. Recentemente ha riscontrato un incremento dell'affaticabilità ; negli ultimi anni ha registrato un incremento di peso da kg. 56-58 a 68-70 che ha cercato di smaltire forse eccedendo nell'attività fisica. Ad una visita cardiologica di controllo le è stato consigliato di fare un'approfondimento diagnostico presso un centro specializzato. Lo scorso mese di Aprile , si è sottoposta a cateterismo cardiaco di cui Vi trascrivo le conclusioni:
Cavografia sup. Dx: vena cava superiore di calibro regolare drenante in atrio destro. Si esclude la presenza di VCSSx
Ventricolografia Sx.: cavità ventricolare ai limiti sup. per volumetria. Pareti ventricolari ipertrofiche con funzione sistolica conservata. Presenza di ostruzione tipo muscolare sottovalvolare aortica angiograficamente significativa che si associa a insufficenza valvolare mitralica di grado moderato severo da verosimile "cleft" del LAM.
Aortografia: Aorta toracica di calibro regolare. Regolare origine delle arterie coronariche. Insufficenza valvolare aortica di grado lieve-moderato. Istmo aortico regolare. Assenza di shunt intracardiaci ricorrenti.
PRESSIONI (mmHg)
SATURAZIONE O2% MAX MIN MEDIA TD
Atrio Dx Medio 69 10 6
Ventricolo Dx medio 36 - 8
Arteria Polmonare Tronco 64 30 10 19
Capillari Polmonari 21 12
Ventricolo Sx Medio 97 185 0 19
Aorta 97 145 72 100

Le è stato consigliata la correzione cardiochirurgica da effettuare in tempi brevi.
Un cardiologo a cui ho mostrato questi risultati mi ha detto che la presenza di pressioni diastoliche e atriali sinistre normali fanno pensare ad un vizio mitralico meno severo di quanto visto all'eco
A questo punto non sono più sicuro che la scelta di mia figlia di affrontare in tempi brevi un intervento sia la migliore possibile.
Forse sarebbe meglio ripetere l'eco-color-doppler, magari anche il gastro-esofageo mai effettuato e confrontarli con i precedenti per vedere se la situazione tende al peggioramento oppure è stabile?
Ringraziando sentitamente per Vs. pareri o risposte a questi miei dubbi, Vi saluto cordialmente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci
32% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
La presenza di stenosi aortica sottovalvolare significativa all'angiografia è il motivo principale per il quale si consiglia la chirurgia.

L'insufficienza mitralica potrà senza dubbio essere valutata ed eventualmente corretta contestualmente, magari senza bisogno di sostituzione valvolare con la semplice chiusura del cleft.

In ogni caso pur non avendo visto gli esami effettuati, le consiglierei un ricovero in ambiente cardiochirurgico, per la valutazione del caso e certamente anche per l'esame transesofageo, irrinunciabile prima di un eventuale trattamento chirurgico.

iaci.giuseppe@hsr.it