Utente 316XXX
Salve a tutti.

Sono una ragazza di 29 anni fortemente obesa, parecchio ansiosa e ipocondriaca.

La settimana scorsa avverto qualche episodio di extrasistole che ho provato a tenere a bada con dell'alprazolam che prendevo al bisogno, mi rivolgo al mio medico di base che mi visita, le rileva e mi prescrive un holter ecg delle 24 ore (prenotato per il 9 settembre), esami tiroidei (fatti, nella norma) ed eventualmente di recarmi al pronto soccorso qualora le sentissi di nuovo e fossero molto forti e/o invalidanti.

La sera stessa mi presento al pronto soccorso perché mi trovavo in uno stato di prostrazione e di angoscia incredibili. Vengo ammessa alle 20.30 (specifico i tempi perché non hanno aiutato l'ansia) dove mi provano subito la febbre (che non ho), l'ossigenazione (98%) e mi fanno un ecg piuttosto "lungo" di cui allego le immagini.
Nell'ecg risulto lievemente tachicardica, eventualità che non avevo mai sperimentato, probabilmente dovuta all'ansia, quando le extrasistoli capitavano a casa la frequenza era normale o al limite leggermente aumentata (80/85 bpm).

http://i59.tinypic.com/25akf9v.jpg
http://i61.tinypic.com/2wow38g.jpg
http://i60.tinypic.com/33f6ec8.jpg

Mi viene dato del valium e alle 2 vengo visitata dal dottore (in quelle cinque ore abbondanti il valium aveva fatto effetto ma l'aveva pure terminato, l'effetto).

Il medico mi visita dopo avermi ascoltato e questo è il referto che rilascia

"ECG presenza di extrasistoli ventricolari, si esegue emogas che non mostra alterazioni elettrolitiche, in particolare K 3,8, Na 138. Toni ritmici. MV presente bilateralmente, non rumori umidi, non edemi declivi, ne segni o sintomi di TVP. Concordo con il programma del medico curante di eseguire ecg holter ed esame cardiologia. La paziente riferisce di sentirsi particolarmente ansiosa"

Nei giorni seguenti ho continuato ad avvertire ogni tanto qualche extrasistole a riposo (quando sono tranquilla sul divano, soprattutto) ma un po' tranquillizzata sia dal medico del PS che dal mio medico di base ho cercato di non pensarci, ma per me "tirare avanti" fino al 9 settembre si sta rivelando difficile.

Volevo chiedervi, con questi dati, posso stare tranquilla? Sono extrasistoli pericolose? Se ci fosse una malattia cardiaca sottostante l'ecg e la visita avrebbero dovuto rilevarla?

Se dovessi rivolgermi ad un cardiologo in questo momento con questi dati non riuscirei comunque ad avere risposte esaurienti giusto? Nel senso che l'holter è fondamentale per arrivare a una diagnosi, giusto?

E poi, per amor di chiarezza, nel referto di dimissioni dal PS cosa significano le sigle "MV" e "TVP"?

Grazie mille e scusate per la raffica di domande.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Non mi pare che vi sia alcunche' di allarmante.
Considerata la sua giovane eta' cio' che e' invece allarmante e' il suo sovrappeso, che e' un fattore di rischio modificabile. Dipende solo da lei.
Un altro aspetto e' il suo quadro ansioso che va trattato: l'alprazolam puo' andare bene per tamponare gli accessi ansiosi, ma una terapia piu' specifica prescritta da un Collega psichiatra potrebbe sicuramente giovarle.
MV significa murmure vescicolare (il rumore che si apprezza auscultandole il torace; TVP significa trombosi vemnosa profonda.

Arrivederci
[#2] dopo  
Utente 316XXX

Iscritto dal 2013
Grazie mille per la risposta.

Sul peso ci sto lavorando su, da dicembre ad oggi ho perso 35kg e sono seguita da dietista e psicologa in vista di un intervento bariatrico.

L'ecg a parte la presenza di extrasistole è ok? Martedì farò un'ecocardiografia, sono preoccupata anche perché temo che questi disturbi possano influenzare l'idoneità all'intervento.
Attualmente ho cambiato terapia e sto provando con lo xanax a rilascio prolungato e la situazione sembra essere un po' migliorata (anche se non sembra da come scrivo!).

Avevo dimenticato di riportarlo sopra ma la mia pressione è nella norma 120/130 - 70/80, non sono diabetica, non fumo, non bevo caffè e/o alcolici.

La ringrazio ancora per la disponibilità.
[#3] dopo  
Utente 316XXX

Iscritto dal 2013
Sono di nuovo qui a chiedere un'ulteriore opinione.

Le extrasistole continuano e sono veramente molto frequenti, ci sono dei momenti che durano ore nella giornata in cui ne sento davvero tante, soprattutto a riposo.

Ho fatto un ecocardiogramma che però non ha rilevato niente di anomalo, è tutto nella norma (volumi, spessori, struttura, etc) a parte la presenza del forame ovale pervio (che ignoravo di avere, essendo stato il mio primo ecocardiogramma). Potrebbe essere quella la causa?

L'holter delle 24h sono riuscita ad anticiparlo al 22 agosto, ma vivo veramente nella paura che il cuore improvvisamente "scoppi", perché in certi istanti è così che mi sento. E anche se sono solo 2 settimane di attesa mi sembrano infinite.

In una situazione di cuore comunque normale (secondo l'eco) devo preoccuparmi? E' possibile che la causa sia extra cardiaca? Ho dei calcoli alla colecisti (colecisti che verrà rimossa durante l'intervento bariatrico tra tre mesi) e ho notato che la comparsa delle extrasistoli è coincisa più o meno con una fase che sto attraversando tuttora di stipsi e di meteorismo, quando prima ero abbastanza regolare o anzi, avevo episodi di diarrea o comunque andavo in bagno anche due o tre volte al dì.

Grazie mille e scusate di nuovo per il disturbo.
[#4] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
È molto probabile che la colelitiasi sia una spina irritati a che le causi qualche extrasistole, cosi come ad esempio un ernia jatale.
Controlli potassemia, magnesemia e calcemia che a volte vengono alterate dalla dieta.
Spero che non stia assumendo farmaci per dimagrire o peggio diuretici
Si tranquillizzi ad ogni modo
Arrivederci
[#5] dopo  
Utente 316XXX

Iscritto dal 2013
Grazie di nuovo per la risposta!
Spero davvero di riuscire a tranquillizzarmi, perché se magari sono in giro o sono "impegnata" in qualcosa mi riesce facile non pensarci e anche se le ho non ci faccio caso, ma quando sono sul divano o a riposo in generale le sento e inizia il circolo vizioso del cane che si morde la coda e la paura prende il sopravvento.

I parametri che dice li avevano controllati al PS quando ero andata ormai due settimane fa ed erano nella norma.

Non sto assumendo assolutamente alcun farmaco per dimagrire (la mia dietista è socia AIDAP e le loro linee guida non prevedono in nessun caso questo tipo di terapie) e nemmeno diuretici.
[#6] dopo  
Utente 316XXX

Iscritto dal 2013
Sono di nuovo qua.


Dopo due settimane di quasi assenza di extrasistole si sono ripresentate giusto la sera prima e il giorno in cui ho tenuto l'holter delle 24 ore. Una volta tolto sono praticamente sparite (per poi tornare stamattina).

È normale che abbiano un andamento così capriccioso? Da un lato sono contenta, almeno l'holter ne ha sicuramente registrate una marea però non mi spiego il loro andamento...

Avrò l'esito ai primi di settembre, sarà già possibile capire se sono benigne o no?
[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La risposta dell Holter a Settembre? L holter si legge in giornata....
Ma perché deve sempre pensare che siano maligne? Non può avere delle banali extrasistoli come tutti i cristiani?
[#8] dopo  
Utente 316XXX

Iscritto dal 2013
Il referto è pronto il 3 di settembre, non so se dipenda da ospedale a ospedale.

Penso al peggio perché a volte me le sento anche molto ravvicinate (ogni due o tre battiti "normali") e mi spavento.
[#9] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Non c è modo clinico di differenziare le varie extrasistoli, occorre solo vederle sul tracciato ECG o holter
Arrivederci
[#10] dopo  
Utente 316XXX

Iscritto dal 2013
Ecco l'esito.

"Ritmo sinusale stabile con preservata escursione circadiana della frequenza. Non pause asistoliche critiche e/o bradicardizzazioni estreme.
Trascurabile l'attività extrasistolica sopraventricolare.
Moderata extrasistolia ventricolare singola bimorfa più frequente quando riferite palpitazioni in diario paziente.
Non documentate tachiaritmie. Non variazioni patologiche tratto ST-T. "

Qualche numero

Totale QRS 104317
Durata registrazione 22 ore, 16 minuti

Fc minima 45
Fc massima 142
Fc media 79

Battiti sopraventricolari
Singoli 4
Coppie 1
Runs 0

Battiti ventricolari
Singoli 2215
Coppie 0
Runs 0


In particolare volevo sapere se la coppia di extrasistoli sopraventricolari era preoccupante e cosa significa "bimorfa" nella descrizione delle extrasistoli ventricolari.

Grazie
[#11] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Dimorfa significa che le extra venteicolari hanno due morfologie,quindi nascono da punti diversi dei ventricoli.
Non vedo motivo di preoccupazione. Continui a dimagrire il più possibile.
Si tranquillizzi

Cordialita
[#12] dopo  
Utente 316XXX

Iscritto dal 2013
Grazie mille!

Secondo lei queste extrasistoli (che comunque non avverto sempre, saranno 10 giorni che non le sento) possono pregiudicare la mia idoneità fisica all'intervento di chirurgia bariatrica?

La coppia di extrasistoli sopraventricolari non è nulla di preoccupante dunque?

Il dimagrimento continua, ho perso altri 3kg nell'ultimo mese, ce la sto mettendo tutta.
[#13] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Nessun pericolo
Tranquilla