Utente 354XXX
ciao a tutti e grazie del servizio offerto.

poco piu di un mese fa ho avuto un ascesso alla cornea,dopo essere stato al pronto soccorso ed essere stato seguito all 'ospedale di seriate( bergamo) e seguito la terapia a base di colliri. Oggi il dottore ha detto che nell'occhio rimarrà la cicatrice e che loro non possono fare più nulla. Mi ha poi consigliato di andare al politecnico di Ponte San Pietro sempre in provincia di bergamo e valuteranno se si può risolvere con il laser a ad eccimeri.

dopo un mese l'ascesso si è ristretto molto, ha un diametro di pochi millimetri.La vista è annebbiata.(da una decina di giorni non sento ne dolore ne fastidio) cosa mi consigliate? aspettare o andare per un eventuale laser? il resto dell 'ascesso non scompare da solo?

grazie mille in anticipo
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Isola
20% attività
0% attualità
0% socialità
MELEGNANO (MI)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2012
Gentile signore/a, pur non sapendo nulla sul microorganismo che ha causato la cheratite (batterica, micotica, virale ?) credo che sia stato fatto uno striscio (prelievo) corneo-congiuntivale per l'esame microscopico e colturale con antibiogramma per identificare l'agente patogeno responsabile dell'ascesso corneale. Se ha risposto bene alla terapia antibiotica locale in colliri si presume che la cheratite sia stata di natura batterica e sia avvenuta la guarigione con residuo di una cicatrice o leucoma corneale. Per i sintomi che descrive è probabile che sia interessata la zona ottica centrale della cornea e naturalmente è meglio attendere almeno 4 - 6 mesi per valutare come la modulazione della cicatrizzazione con cortisonici per via topica possa influenzare positivamente il suo disturbo visivo, prima di considerare di togliere la cicatrice con la PTK con laser ad eccimeri. Personalmente il mio consiglio è quello di valutare attentamente la densità e la profondità della cicatrice nello spessore della cornea con il microscopio corneale confocale, eseguire la topografia computerizzata della cornea, e la pachimetria corneale prima di pensare a qualsiasi tipo di intervento sulla cornea (PTK, cheratectomia superficiale lamellare associata a PTK), meglio se in centri specializzati sulla cura delle malattie corneali.
[#2] dopo  
Utente 354XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio per la risposta,
Il dottore che mi ha seguito dice che è causata dalle lenti a contatto.
Si la cicatrice è proprio centrale per questo vedo annebbiato.
Ora aspetto il mio medico (è in ferie) e vedo dove mi indirizza.
La mia domanda è se con il tempo diminuisce o rimane invariata e se la vista migliora.L altra e che il dottore che mi seguito in ospedale ha detto di sospendere con gli antibiotici ...non devo piu prendere niente?

[#3] dopo  
Utente 354XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio per la risposta,
Sono maschio e ho 24 anni
Il dottore che mi ha seguito dice che è causata dalle lenti a contatto.
Si la cicatrice è proprio centrale per questo vedo annebbiato.
Ora aspetto il mio medico (è in ferie) e vedo dove mi indirizza.
La mia domanda è se con il tempo diminuisce o rimane invariata e se la vista migliora.L altra e che il dottore che mi seguito in ospedale ha detto di sospendere con gli antibiotici ...non devo piu prendere niente?

Grazie mille
[#4] dopo  
Dr. Vincenzo Isola
20% attività
0% attualità
0% socialità
MELEGNANO (MI)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2012
Porti pazienza e rimanga sereno perchè l'evoluzione spontanea può essere favorevole. Naturalmente l'antibiotico in collirio e pomata và sospeso dopo alcuni giorni di guarigione dell'ascesso, e in base al giudizio clinico obbiettivo del suo oculista di fiducia. Aspetti 4 - 6 mesi e vedrà che con l'aiuto di colliri che modulano la cicatrizzazione e di sostituti lacrimali idonei, la situazione visiva può nettamente migliorare. Cordiali saluti.
[#5] dopo  
Utente 354XXX

Iscritto dal 2014
Perfetto grazie mille
È stato molto gentile :)