Utente 767XXX
Buongiorno, sono una ragazza di 26 anni, premetto che attualmente mi trovo in un periodo di stress sia in ambito lavorativo sia familiare. Da qualche mese, in momenti di tranquillità, sul divano o sul letto, avverto spesso cardiopalmo e il bisogno di respirare di più, con respiri lunghi e profondi. Inoltre quando sono a letto avverto anche la sensazione di venir meno, come cadere nel vuoto, mentre invece sono comodamente adagiata sul mio letto. Ciò mi impedisce di riposare bene in quanto, in genere, mi accade proprio quando mi sto per addormentare. Il risultato è che dormo poco e male. Durante il giorno mi sento stanca e spossata, con le gambe pesanti e mentre leggo o sto al computer quasi mi addormento. Ho anche spesso la sensazione di avere la testa leggera, come piena d'aria.
Sono in sovrappeso di circa una decina di chili e assumo da 4 anni la pillola Yasmin come metodo anticoncezionale. In passato non ho mai avuto seri problemi di salute e ciò che mi accade ora, devo dire, mi allarma abbastanza. Tra l'altro non fumo nemmeno. Col caldo inoltre gli episodi mi sembrano aumentati. Sporadicamente soffro di diarrea, ma questo credo sia legato al fatto che per lavoro spesso mangio fuori casa. L'attuale periodo di stress è testimoniato anche dal fatto che negli ultimi 3 mesi ho preso 2 volte il raffreddore, con relativa fuoriuscita di herpes nasale (cosa che non mi accadeva più da anni...). Vorrei qualche consiglio su come comportarmi e quali esami fare eventualmente. Sono forse a rischio infarto? Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile Utente

La sintomatologia da Lei lamentata è del tutto aspecifica e non presenta caratteristiche tipiche di una qualsiasi cardiopatia.
Anche la sua giovane età depone contro la presenza di una malattia cardiaca ed il solo utilizzo degli estroprogestinici (che rimane comunque un fattore di rischio per patologia cardiovascolare) non deve portarLa a pensare di essere a rischio di infarto.
A disposizione per ulteriori consulti
[#2] dopo  
Utente 767XXX

Iscritto dal 2008
Grazie molte per avermi rassicurato. Ma allora che origine possono avere tali sintomi, l'affanno respiratorio e il cardiopalmo soprattutto? Le volevo inoltre chiedere: se interrompessi l'uso della pillola, dopo quanto tempo potrei considerarmi libera dai rischi cardiovascolari a cui tale farmaco mi espone? Lo chiedo anche perchè a breve dovrò affrontare un viaggio in aereo di circa 4 ore e smettendo l'assunzione della pillola vorrei finalmente evitare di trovarmi con le gambe gonfie dopo il volo. Grazie per la sua disponibilità.
[#3] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:

Lo stress potrebbe giustificare i suoi sintomi.
Per escludere completamente un disturbo cardiologico (comunque non mi pare da prendere in considerazione la cardiopatia ischemia) potrebbe essere utile l'esecuzione di un ECG sec Holter.
Dopo 4-6 mesi dall'assunzione dell'estroprogestinico (che tende ad accumularsi nei tessuti dell'organismo) si può ragionevolmente considerare eliminati i rischi.