Utente 613XXX
Gent.mi dottori,
da circa quattro mesi seguo una terapia di prevenzione, perche' soffro di emicrania senza aura,con 1/2 cp di inderal al mattino e 3/4 di cp la sera + 4 gocce di laroxyl prima di andare a dormire.Da circa un mese,da quando il neurologo ha aumentato la dose dell'inderal la sera da 1/2 a 3/4 di cp ho sempre incubi notturni,una volta ho anche urlato fortissimo facendo prendere un colpo a mio marito.Poi quando apro gli occhi nel cuore della notte ma sono ancora in dormi veglia mi sembra di vedere cose che non esistono (ad es. qualche notte fa mi e' sembrato di vedere una busta appesa alla maniglia della porta ma quando mi sono svegliata completamente mi sono accorta che tale busta non c'era).Tengo a precisare pero' che quando ho questa specie di visioni non sono completamente sveglia ma e' come se stessi a meta' fra il mondo dei sogni e la realta' (cosa anche questa un po' strana perche' solitamente o si e' svegli o si dorme.)Vorrei sapere quale di questi due farmaci che assumo mi provoca tutto quasto,se devo tenere duro e continuare la terapia,che in effetti mi sta portando dei benefici anche se a periodi o se devo ritenermi intollerante a questo tipo di terapia.Ho 32 anni.Attendo una risposta,grazie.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Poichè nessuno Le ha risposto provi a postare nell'area di
PSICHIATRIA