Utente 340XXX
Buongiorno, recentemente ho avuto due distinti problemi. In una prima occasione, poco sotto il glande, mi si è formato un arrossamento, che in un occasione, seppur per brevissimo tempo, ha addirittura sanguinato. A distanza di pochi giorni, sono guarito, senza essere riuscito a recarmi dal dermatologo per tempo, cause ferie (non mie! :-) cosi, non appena è stato possibile, ho fissato un appuntamento ma, come unica prova, avevo solo alcune foto. Il dermatologo, ha guardato le foto, mi ha visitato e la diagnosi è stata cito testualmente: esiti di processo flogistico (batterico?) al glande, scomparso attualmente. Da notare che nella parentesi c'è un punto di domanda e questo, in verità, mi ha un pò scoraggiato, perchè mi ero recato da questo professore, non per ricevere domande, ma semmai, per avere delle risposte... comunque, sembrava che tutto si fosse risolto da solo, purtroppo, però, soltanto fino ad oggi, perchè mi è da poco comparso, un nuovo rossore, situato, stavolta, in un punto diverso, non molto accentuato come il precedente ed accompagnato da un minimo di bruciore... a questo punto, non sapendo piu che fare, mi rivolgo a voi, per ottenere qualche utile indicazione. C'è da aggiungere che, occasionalmente, ho avuto rapporti sessuali, minimamente a rischio, in quanto, mi sono recato in centri massaggi, dove mi hanno praticato la masturbazione, ed in più, nell'ultima occasione, risalente ad una ventina di giorni fa, l'operatrice di turno, ha strusciato la sua vagina sui miei testicoli, per un tempo piuttosto limitato. Su consiglio del mio medico di base, ho effettuato la ricerca degli anticorpi HSV per escludere un eventuale Herpes... sono in attesa degli esiti ma..se fosse esclusa, con riferimento a quanto esposto, che altro potrebbe essere? le malattie sessualmente trasmissibili sono veramente tante....quale vale la pena di verificare?in calce, mi sono permesso di mettere 2 link dove ci sono due foto... la prima è ciò che avevo, la seconda è cio che ho attualmente... Grazie Infinite a chi vorrà aiutarmi....
http://imgur.com/v4oyLFx
http://imgur.com/QLLJeAR
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

Il mio collega ha scritto bene: il punto interrogativo è d'obbligo se la patologia non è attualmente visibile e non è quindi possibile effettuare tests specifici che chiariscano la possibilità di infezione, anche in virtù delle varie possibilità diagnostiche che un "glande arrossato" ancor più in foto amatoriali può proporre.
Se dovesse ripresentarsi il problema (balanopostitie / balanite) si ripresenti dal mio collega in tempi utili
Cari saluti
[#2] dopo  
Utente 340XXX

Iscritto dal 2014
Certo, capisco bene che sarebbe stato meglio presentarsi con il problema... Questo direi che vale in tutti i settori e non solo in quello medico... Questa balanite di cui fa accenno sarebbe contagiosa? E può definirsi già una sorte di diagnosi?
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Se legge i miei approfondimenti in
www.balanopostite.it
Potrà verificare quanti tipi ci sono tutti dissimili fra loro.
Saluti!
[#4] dopo  
Utente 340XXX

Iscritto dal 2014
Beh, innanzitutto grazie mille per le sue tempestive ed esaurienti risposte! ho letto con molta attenzione le pagine suggerite e.... non le nascondo che, a questo punto, non so più neppure, se sia meglio o meno, risultare positivo al test dell'herpes... (di cui sono in attesa dei risultati...) qui si spazia da una semplice infezione... al cancro! quindi credo e spero sia comprensibile il mio naturale sconcerto! che poi, anche relativamente all'herpes, essendo di 2 tipi ed essendo io, già affetto da quello labiale, anche in caso risultassi negativo a quello genitale, non potrei neppure escludere di non essermi beccato quello tipicamente labiale sui genitali! Comunque, io risiedo a Milano e per ora, non sono riuscito a trovare, un dermatologo che abbia le sue stesse competenze e la sua stessa passione per questo lavoro (che a onor del vero devo dire risulta assai tangibile!) quindi non so che fare... l'unica cosa certa è che qualcosa c'ho.... l'ultima cosa che mi permetto di chiederle è la seguente: partendo dal presupposto che occasionalmente (parliamo di una decina di episodi nell'arco di 1 anno) ho frequentato centri massaggi (dove notoriamente il massaggio si conclude con la masturbazione) e che nell'ultimo episodio (di circa 20 giorni fa..) alla masturbazione si è aggiunto, il contatto della vagina della massaggiatrice, sui miei testicoli, per un tempo complessivo presumibilmente non superiore ad 1 minuto, in base alla sua esperienza, fra le innumerevoli possibilità, quale balanite/balanopostite può essere ragionevolmente più attinente? ovviamente, non le sto chiedendo, di fare una diagnosi, ma soltanto di esprimersi, in base alla statistica, come conseguenza della sua esperienza clinica.... Ho 38 anni, eseguo annualmente gli esami del sangue e quindi posso asserire di essere in buona salute. Grazie Mille. Saluti.
[#5] dopo  
Utente 340XXX

Iscritto dal 2014
bene... in assenza di suoi ulteriori interventi...archiviamo la pratica?
[#6] dopo  
Utente 340XXX

Iscritto dal 2014
E archiviamola....