Utente 260XXX
Salve,
sono un ragazzo omosessuale. Tra il giovedì scorso e il sabato io e il mio ragazzo abbiamo avuto vari rapporti non protetti (siamo entrambi siero negativi). Lunedì mattina il glande mi dava un po' di fastidio forse anche dovuto al fatto che sono circonciso e sfrega anche molto sulle mutande. Noto però anche dei puntini rossi che non hanno nessuna escrescenza ma che fino ad oggi non sono scomparsi, sono rimasti tali e quali da lunedì. Sono andato dal dermatologo il quale non sapeva bene nemmeno lui visto che erano appena usciti e mi ha detto che potevano essere condilomi, io gli ho detto che avevo avuto questi rapporti e allora lui ha detto che sarà dovuto al trauma subito. Già la volta prima per 2-3 giorni avevo avvertito questo fastidio ma non c'erano puntini rossi. Oltretutto queste poche volte sono la mia prima esperienza per quanto riguarda il sesso, non sono molto "allenato" e ho anche la pelle delicata.
Secondo lei che cosa possano essere? Posso stare tranquillo ?

Grazie per l'attenzione,
Cordiali Saluti

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Il rapporto sessuale anale non protetto è quello a più alto rischio malattie sessualmente trasmissibili, fra cui tutte le balanopostiti / balaniti di natura batterica o mista; spesso è possibile contrarre anche forme resistenti.

La invito a chiarirsi con un Venereologo che potrà agevolmente diangosticare e curare

nel frattempo iniziate a proteggere questi rapporti con dispositivo profilattico, ma considerate che sarebbe meglio astenersi fino a diagnosi corretta.

cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 260XXX

Ma è possibile che il dermatologo non abbia pensato a qualcosa del genere ? Perché io a lui ho detto esattamente le stesse cose che ho detto a lei, oltretutto il dottore che mi ha visitato è specializzato in dermatologia e venereologia.
Non ho altri sintomi, solo questi che ho descritto. Non so nemmeno quando potrò andare ancora dallo stesso medico perché quando avevo prenotato la prima volta mi hanno messo di straforo, era pieno fino a fine agosto. Per l'astinenza non ci sono problemi. Mi potrebbe dare qualche consiglio ? Devo usare un qualche detergente specifico?

[#3] dopo  
Utente 260XXX

Volevo modificare il messaggio precedente ma non sapevo ci fosse una "scadenza" .
Domani proverò a vedere se riesco a prenotare entro breve una visita dal dermatologo/venereologo.
So che non può fare una diagnosi online ma dato che il mio ragazzo non ha mai riscontrato malattie quali candida, herpes genitale etc, può essere una balanite da irritazione dovuta a rapporti non protetti ?
Le chiedo poi un'altra cosa, nel caso non riesca a prenotare una visita con quello specialista, l'urologo potrebbe farmi una diagnosi e indicarmi la cura appropriata ?

La ringrazio per l'attenzione,
Cordiali Saluti

[#4] dopo  
Utente 260XXX

Qualche giorno fa sono stato dal dermatologo (sempre lo stesso) che mi ha detto che ho una leggera balanite. Non mi ha detto però da che cos'è provocata (batteri, funghi, etc) e mi ha prescritto Decoderm 2% + 0,1% per 3-4 giorni massimo una settimana. Sta di fatto che dopo 3 giorni non c'è stato nessun risultato, è praticamente un po' rosso com'era prima con gli stessi sintomi, leggero fastidio ogni tanto durante la giornata. E' meglio che prenoti una seconda visita e mi faccia fare qualcosa per chiarire da che cosa è stata scatenata questa balanite ? Ovviamente da quando è sorta questa cosa non ho avuto nessun tipo di rapporto con il mio ragazzo.

Grazie per l'attenzione,
Cordiali Saluti

[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
A mio avviso e' bene recarsi a controllo dermovenereologico per chiarire la causa esatta di questa balanopostite balanite. Eccettuando altri fenomeni non infettivi che possono causare questa malattia, spesso può accadere che vengano isolati ceppi batterici ultraresistenti che necessitano di terapie specifiche.

Per tali ragioni si rivolga al dermovenereologo senza applicare più nulla

Cari saluti
Dr. Luigi Laino DermoVenereologo Tricologo
Già Dirigente Istituto San Gallicano
Tel. 06.45.55.06.61
www.latuapelle.it

[#6] dopo  
Utente 260XXX

Grazie per la risposta!
Ho già prenotato una visita per mercoledì!
In questi giorni l'unica cosa che ho fatto è stata mettere della Pasta Fissan e lavare con acqua fredda il glande.

Cordiali Saluto