Utente 355XXX
Buongiorno,
premetto che sono un ragazzo sportivo, ho praticato 12 anni calcio e ora alterno nuoto, corsa e palestra.
Scrivo qui perchè vorrei avere qualche indicazione sul mio problema perchè è snervante non riuscire a venirne a capo.
Ormai da più di un anno e mezzo sono accompagnato da bruciori/dolori alla gamba sx. Il fastidio parte dal gluteo, vicino al sacro/coccige e si irradia a coscia, polpaccio, piede e stinco. E' un fastidio molto variabile, in quanto a volte interessa solo il sacro, a volte sensazione di bruciore/piede freddo, altre volte ancora stinco (quasi tibiale).
Si tratta di sintomi variabili anche come intensità, che peggiorano però con stazione seduta e tosse/raffreddore.
Avendo familiari in ambito medico, ho sentito svariati pareri ed effettuato risonanze, ecografie e radiografie.
Queste hanno evidenziato una sofferenza delle articolazioni zigoapofisiarie e una rettilineizzazione del tratto lombare. Assenza di ernie e anomalie in flessione (da radiografia).
Inizialmente è stato attribuito tutto al piriforme e bacino bloccato, ma anche dopo varie sedute da fisioterapisti/osteopati non è cambiato nulla.
La situazione è leggermente migliorata quando ho iniziato ad effettuare esercizi di mobilità bacino e colonna, e anche esercizi di core stability. Questi ultimi mi sono stati consigliati dall'ultimo fisioterapista che ho consultato, in quanto ha riscontrato un'ipermobilità del tratto lombare e mancanza di controllo del trasverso dell'addome, che secondo lui portava ad irritare il canale spinale.
Ho effettuato anche un'infiltrazione nell'articolazione sacro iliaca per escluderla.
Nell'ultimo periodo mi sono accorto della presenza di cisti nella zona sacro-coccigea e una appena spostata nel gluteo.
Ho effettuato un ecografia e ha rilevato: "in sede sottocutanea sacrale para-mediana sx si documentano due formazioni contigue, ovolari isoecogene rispetto all'adipe circostante, delimitate da sottile orletto ipoecogeno, del diametro massimo di 1 cm circa, di aspetto benigno".
Ora chiedo gentilmente un parere, anche in merito alle suddette cisti, se possono comportare dolore toccando qualche nervo.
Corsa e nuoto sono sospese da un anno e mezzo, e ora sto effetuando lavoro in palestra senza esercizi che caricano su schiena e mountainbike; questi non causano dolori e a volte danno addirittura beneficio.
Grazie mille per l'attenzione e disponibiltà.
In attesa di una risposta, porgo cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Grosso
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
La storia clinica che ha riportato è indefettibile così come le indicazioni terapeutiche fornite dai fisioterapisti.
In casi come il suo, comprenderà che è indispensabile una visita clinica per acquisire dati precisi. Oltre a questi dati è, tuttavia, indispensabile procedere alla summa di tutti i dati strumentali e, se necessario, chiederne altri o altre consulenze.
Intendo dire che è difficile poter esprimere un parere preciso poiché, con i limiti di un consulto on line, si corre il rischio di sbagliare.
Mi sento di poter escludere, però, che le formazioni sottocutanee possano essere responsabili della sua sintomatologia.
Auguri
[#2] dopo  
Utente 355XXX

Iscritto dal 2014
Non posso che darle ragione, però ho provato a scrivere per vedere se con i sintomi indicati potevo procedere in una direzione più specifica.
Vedrò di consultare nuovi specialisti per risolvere questo problema, divenuto insostenibile per la sua durata e anche per la mancanza di una diagnosi.
La ringrazio per l'attenzione e per la cortese risposta.
Cordiali saluti