Utente 523XXX

Devo assumere due farmaci che per me, a parere del cardiologo e del reumatologo e oculista sono salvavita: Lortaan e cardioaspirina(i tentativi con Ticlopidina e Plavix sono stati peggiori). Occorrendo tenere il sangue scoagulato, sto seguendo le indicazioni. Sono portatrice di Sjogren e ho avuto un otticopatia ischemica. Nei miei precedenti consulti compaiono i miei problemi.
L'allergologa mi ha sempre sconsigliato i fans e quindi anche la cardioaspirina.
Dopo un intervento ai seni paranasali per poliposi e settoturbinoplastica, ho avuto un'infezione grave alla parotide destra e per curarla ho dovuto assumere antibiotici, antidolorifici , cortisone ecc.
Mal di somaco curato con antiulcera(varie reazioni allergiche, poi Nexium) e edemi vari agli occhi e al labbro sono stati all'ordine del giorno. Da un mese, trovata finalmente la strada benchè la mia parotide, analizzata anche con risonanza,continui a secernere liquido,mi è uscita una cistite, di cui ho parlato con un gentile medico del Vostro staff ricevendo ottimi consigli.Essa pare sostenuta anche da cistorettocele secondo il medico consultato al pronto soccorso. Sono in attesa del ritorno dell'uroginecologo , che frquento, e intanto seguo le indicazioni per la cistite, avendo completato la cura antibiotica .Urinocultura è al vaglio e un'ecografia addominale completa con vescica la farò il 14.
Intanto questa mattina labbrone gonfio per allergia.A cosa? Può essere ai fermenti lattici(Enterolactis), o al Proxer che mi è stato consigliato come energetico insieme agli antibiotici e che continuo ad assumere, o all'accumulo di cardioaspirina che assumo regolarmente?
Si possono avere simili manifestazioni allergiche anche per la mia malattia reumatica stessa o per forte stress?
Sono molto confusa e preoccupata, nonostante l'età, perchè star male è brutto anche se si è anziani e si vorrebbe riuscire a stare bene,almeno con l'aiuto delle medicine. Ma gli effetti collaterali ci sono purtroppo e si devono accettare pur cercando il modo meno pesante.
Ringrazio per il Vostro parere, se riterrete opportuno darmelo, visto che mi è sempre servito tanto , se non altro di incoraggiamento.
Ancora ringrazio anche i Medici, che mi hanno risposto nei precedenti consulti, con tanta gentilezza.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Il labbrone gonfio (edema c.d. angioneurotico o "di Quincke") e' il risultato di una permeabilita' vascolare localizzata alle mucose esterne - il gonfiore puo' fermarsi li' o puo' estendersi al faringe o alla glottide, quindi e' sempre bene non sottovalutarlo.

Solo l'osservazione del paziente su se stesso puo' associarlo riproducibilmente a determinati cibi o farmaci, perche' in realta' puo' essere scatenato da tantissime cause. Esistono anche forme causate dalla carenza, congenita o acquisita, di un elemento della catena del complemento, il C1INH, che vale la pena di dosare in laboratorio.

In effetti l'aspirina, dal pdv epidemiologico, e' spesso presnete nella storia di chi lamenta angioedema. Se non si puo' sostituirla con un altro antiaggregante, e se l'angioedema e' ricorrente, si puo' provare ad assumere assieme aspirina e un antistaminico.


[#2] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Il labbrone gonfio (edema c.d. angioneurotico o "di Quincke") e' il risultato di una permeabilita' vascolare localizzata alle mucose esterne - il gonfiore puo' fermarsi li' o puo' estendersi al faringe o alla glottide, quindi e' sempre bene non sottovalutarlo.

Solo l'osservazione del paziente su se stesso puo' associarlo riproducibilmente a determinati cibi o farmaci, perche' in realta' puo' essere scatenato da tantissime cause. Esistono anche forme causate dalla carenza, congenita o acquisita, di un elemento della catena del complemento, il C1INH, che vale la pena di dosare in laboratorio.

In effetti l'aspirina, dal pdv epidemiologico, e' spesso presnete nella storia di chi lamenta angioedema. Se non si puo' sostituirla con un altro antiaggregante, e se l'angioedema e' ricorrente, si puo' provare ad assumere assieme aspirina e un antistaminico.


[#3] dopo  
Utente 523XXX

Iscritto dal 2007
La ringrazio molto ,eseguirò anche l'esame dell'elemento da Lei consigliatomi e cercherò anche di concentrarmi meno sui miei mali, vivendo....e guardando dentro alla mia ansia e alle mie relazioni, prendendo i provvedimenti possibili.
[#4] dopo  
Utente 523XXX

Iscritto dal 2007
Ho dimenticato di dirLe che anche gli antagonisi dell'angiotensina IIpare siano causa di angioedema el'altro mio farmaco per il cuore è proprio il Lortaan e ricordo che all'inizio mi gonfiai, ma il cardiologo disse che non poteva essere quello(allora non assumevo ancora la cardioaspirina)....Come vede , ho ragione di dirmi che devo pensare meno ai miei mali....altrimenti mi perdo... Pensi che io avevo trascorso 3 o 4 anni di benessere ritrovato curandomi solo con l'omeopatia, perdendo peso e facendo movimento...e le allergie non si presentavano piu' o quasi. Ma pare che la mia malattia reumatica fosse silente e che poi abbia scatenato i problemi vascolari...
Buona giornata a lei e a tutto lo staff, che ci segue in questo agosto caldo!