Utente 180XXX
Sono in cure presso uno gnatologo da molti mesi per risolvere un problema di malocclusione che mi causava non pochi problemi all'articolazione mandibolare. Ho seguito terapia riabilitativa per "raddrizzare" (se così si può dire) e recuperare la naturale posizione della mascella, raggiunta con successo.
L'ultima parte della cura consiste in un molaggio selettivo per eliminare tutti i contatti errati (molti nel mio caso) e rendere così permanente la cura seguita (o per lo meno è lo scopo che ci siamo prefissati). Oggi ho iniziato il molaggio fatto in tutta la bocca, la seduta è durata poco più di un'ora e non ho avvertito fastidi o dolori tranne ai due incisivi centrali inferiori. Ora a qualche ora di distanza dalla pratica, uno dei due incisivi è particolarmente sensibile a caldo, freddo, al tatto (se strofino punta del dito o punta della lingua o se tento di addentare un pezzo di pane o altro) e anche quando "tiro" l'aria all'interno della bocca, causandomi non poco male. Vorrei chiedervi, in attesa di sentire lo gnatologo, se è normale dopo questa pratica che un dente, magari già sensibile di suo (ho sempre avuto problemi con i cibi molto freddi), possa sensibilizzarsi così tanto e soprattutto se è una problematica risolvibile e reversibile. Ringrazio anticipatamente
[#1] dopo  
Dr. Armando Ponzi
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile paziente,
premesso che la sintomatologia che presenta è reversibile si tratterebbe di capire l'entità di questo molaggio ed il razionale nella sua procedure che solo il suo gnatologo può comprendere.
Tenga comunque presente che il molaggio è in sè una terapia irreversibile e in quanto tale andrebbe attentamente ponderata.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 180XXX

Iscritto dal 2010
Grazie per la rapidissima risposta, che mi ha tranquillizzata. l'idea di questo dolore al minimo sollecito mi spaventava non poco. Il mio gnatologo mi spiegava comunque che è un lavoro molto superficiale, a parte qualche dente in particolare, ma non era questo il caso. Sono assolutamente al corrente che il molaggio è irreversibile e per questo abbiamo fatto parecchie indagini prima di iniziare il lavoro e le assicuro che la decisione non è stata presa frettolosamente, anche perchè mi sarei rifiutata categoricamente. Come detto tra l'altro è solo un unico dente a farmi davvero male, gli altri non mi hanno dato, ad ora, nessun fastidio. Ero quindi portata a pensare che qui in particolare qualcosa possa essere andato storto... ma immagino che lei a distanza non possa dirmelo di preciso. Mi conferma quindi che è possibile una simile reazione su un dente appena molato? Senza quindi necessità che qualcosa sia andato storto?

La ringrazio ancora e le auguro buona serata.