Utente 274XXX
Buongiorno dottori,

Vi scrivo per un sintomo che ho avuto.

Oggi ero in pausa al lavoro, stavo fumando (purtroppo fumo circa 15 sigarette al giorno), e ho avuto una sensazione di uno-due secondi come se il cuore si fosse fermato, subito dopo ho avvvertito come due battiti ravvicinati. Subito dopo ha cominciato a girarmi la testa, probabilmente per l''ansia.

Ho già avuto sintomi simili in passato, ma sporadicamente ed era alcuni mesi che non mi succedeva piu. Non sono mai stato visitato.

Da piu di un anno assumo delle pastiglie di bisoprololo (5mg la mattina tutti i giornni) per tachicardia, palpitazioni e ansia (togliendo le palpitazioni mi diminuisce l''ansia). Sono una persona molto ansiosa con passati di attacchi di panico.

Il sintomo citato può essere qualcosa di grave? Potrebbe trattarsi di un sintomo di infarto?

Preciso inoltre di aver fatt un controllo di routine in giugno, con esami del sangue e elettrocardiogramma a riposo piu radiografia del torace, che non hanno dato alcun responso (cioè era tutto a posto e in ordine).

Cordialmente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Se lei fuma a 20 anni significa che ha un rischio di cancro, di ictus e di infarto elevati.
Cosi' come e' maggiore la possibilita' di morire di morte improvvisa.
La sensazione che lei descrive parrebbe essere dovuta ad extrasistoli.
Smetta di fumare oggi.
Non domani
Arrivederci
[#2] dopo  
Utente 274XXX

Iscritto dal 2012
Egregio Dr. Cecchini,
La ringrazio per la risposta.

Purtroppo il fumo è diventata una scusa per "scappare" ogni tanto da un posto di lavoro malsano con conflitti con colleghi e superiori. Sto cercando di smettere, purtroppo non è facile.

I rischi da lei citati possono comparire anche a 20 anni o nel lungo periodo?

Le extrasistoli dono gravi sintomi? Possono portare, aldilà del rischio maggiore causato dal fumo, a patologie piu grvi come da lei citate? Può essere una conseguenza anche di ansia o panico?

Cordialmente
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Non e' prevedibile il periodo di latenza del danno.
Non e' possibile stabilire se uno avra' un cancro ,un infarto od un ictus a 40 anni, a 50 o a 27...
E' come andare veloce in moto: non e' certo se e quando possa accadere un grave incidente , ma il rischio e' ovviamente elevato
Arrivederci