Utente 362XXX
gentile dottore ho una disfunzione sessuale da quando prendevo il risperdal (neurolettico) e ad oggi sono 3 mesi che non prendo più questo farmaco ma le cose non sono cambiate. in pratica periodicamente non riesco a raggiungere l'orgasmo e ad eiaculare sia se mi masturbo sia se faccio sesso. non ho problemi di erezione . l'erezione è duratura ma non ho libido ed è come se il mio pene non reagisse alla stimolazione femminile o alla masturbazione.poi ci sono periodi in cui dopo una lunga stimolazione raggiungo l'orgasmo ma non eiaculo . infine ci sono volte in cui eiaculo anche se poco rispetto al periodo antecedente l'assunzione del risperdal. ho fatto una visita endocrinologica e l' ecografia peniena era nella norma . l'endocrinologo mi disse che tutto sarebbe tornato nella normalità dopo la sospensione del medicinale ma così non è stato. cosa posso fare ora ? esistono delle cure per questa situazione ?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,

oltre al farmaco da lei preso in un recente passato mi sembra che nel suo caso sia subentrato anche un problema di natura psicologica che le impedisce di riprendere la sua normale attività sessuale.

A questo punto è bene ricontattare il suo medico di fiducia, il suo neurologo e poi eventualmente, sempre dopo un loro consiglio, anche un esperto andrologo.

Se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questo problema, le consiglio di consultare anche gl’articoli pubblicati sempre sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/319-prova-piacere-assenza-orgasmo-fare.html ,

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/228-rapporto-tarda-finire-impotenza-eiaculatoria-fare.html .

Un cordiale saluto.



[#2] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,
Mi associo alle riflessioni del dr. Beretta.
Perché assumeva la farmacoterapia?
Ha risolto?
La problematica sessuologica potrebbe avere la stessa matrice del pregresso disagio psichico.

Le cause psichiche che stanno alla base dell’anorgasmia maschile, sono legate ad un’iper controllo cosciente sulla passionalità,istintività, primitività del piacere e delle fantasie ad esso correlate.
Solitamente un Super Io troppo rigido, funge da guardiano al fluire dell’eccitazione,a favore di un’auto osservazione cosciente di tutto quello che succede nel corpo e nella mente di questi uomini.

Un ‘altra causa correlata alla disfunzione è indubbiamente una conflittualità all’interno del legame,che dalla relazione si trasferisce al talamo,rendendo il coito estremamente difficoltoso.
Un immaginario erotico ipoevoluto,spesso è associato ad un quadro di iper controllo.

Ovviamente una diagnosi scrupolosa e competente andrebbe effettuata al fine della risoluzione del suo disagio

Nella lettura che le allego, Troverà le dinamiche psichiche, anzi più profonde, correlate all'e.r/ a orgasmica nell'uomo

http://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1600-eiaculazione-ritardata-piacere-tarda-ad-arrivare.html
[#3] dopo  
Utente 362XXX

Iscritto dal 2014
gentilissimi medici , grazie per la vostra risposta, cercherò di seguire i vostri consigli. se ci saranno novità vi farò sapere
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Bene!
[#5] dopo  
Utente 362XXX

Iscritto dal 2014
salve, è passato un po' di tempo ma il problema della difficoltà a raggiungere l'orgasmo non è cambiata come anche l'azoospermia. sono passati più di tre mesi da quando non assumo più risperdal ma queste disfunzioni sessuali persistono. ho fatto un incontro con lo psichiatra e mi ha consigliato di fare le analisi del sangue con riferimento a tutti gli ormoni. sottolineo che prima di assumere il risperdal non avevo alcun problema sessuale. è stato riscontrato dalle ananlisi che il testosterone anche se basso è nel range mentre c'è un ormone fuori dal range ed è la prolattina a 36 ng/ml (range fino a 16). questo ormone influenza la sessualità e può rendere sterile . l'endocrinologo non mi ha prescritto il dostinex perchè dice che il valore non è troppo alto ma in assenza di altri problemi è l'unica strada da percorrere verso la guarigione. come posso fare a farmi prescrivere questo farmaco ?
cordialmente
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

segua ora le indicazioni ricevute dal suo psichiatra e non si pasticci; il farmaco da lei indicato, come molti farmaci antipsicotici, incrementano la presenza di prolattina e quindi il valore da lei riportato potrebbe essere semplicemente ancora legato a questa precedente terapia.

Risenta ora il suo medico di fiducia, il suo psichiatra e, se loro glielo indicheranno, anche un bravo endocrinologo per l'eventuale studio di come lavora la sua ipofisi, cioè la ghiandola che produce la prolattina.

Ancora un cordiale saluto.