Utente 755XXX
Salve a tutti,
Mi chiamo ******, ho 31 anni, da piccolo il mio pene era perfettamente funzionante senza infezioni e fimosi, però sin dall’età di circa 11/12 per scarsa igiene (mi lavavo solo 1 volta alla settimana sotto la doccia non curandomi delle parti intime) mi si formò (visto che non riesco a “tirare” via la pelle dal glande una fimosi acquisita (stando a quello che ho letto su internet) e sulla punta del glande (da dove esce l’urina ) una sorta di gonfiore molto rosso tipo labbra femminili.
Ma la cosa più tragica e’ che non potevo ( e non posso tutt’ ora toccare assolutamente il mio glande perché se lo dovessi soltanto sfiorare ho dei fortissimi dolori e mi sento di svenire ) avrò soltanto sfiorato il glande in tutta la mia vita ¾ volte e se tutt’ora se ho delle erezioni e il glande tocca le mutandine ho dei dolori lancinanti !!! tengo a precisare che in tutta la mia vita non mi sono mai lavato anche dopo le masturbazioni (una media 1 ogni ½ giorni e dopo aver urinato) e tengo a precisare che mi sono sempre “lavato” per così dire soltanto la domenica facendo passare sul glande visto che non me lo posso toccare un getto d’acqua con un secchiello con acqua e sapone neutro. (PER VERGOGNA DELLA MIA SITUAZIONE NON NE HO MAI PARLATO NEANCHE AI MIEI GENITORI) E ora all’età’ di 31 anni mi sono rivolto al mio medico di fiducia che mi ha indirizzato a un urologo dirigente medico di primo livello che a luglio 2008 dopo la visita urologica mi ha diagnosticato una uretrite e balano postite conica e mi ha prescritto per sette giorni ( 1 al giorno ) una pillola di “Ciproxin 1000mg” , mattina e sera impacchi di “Gentalyn 0.1% Crema” e nel pomeriggio “Luan per uso esterno” e mi ha detto che tra un impacco e l’altro mi dovevo lavare. La pulizia ora è diventata per me maniacale e ogni volta che urino faccio scorrere acqua saponata (per mani) sul glande, ho seguito alla lettera la ricetta medica e ora a distanza di circa 10 giorni ho smesso la cura perché mi sono spaventato moltissimo inquanto la pelle che ricopre il mio glande si sta’ arrossando e per 2 giorni si e’ increspata e indurita fortemente e come se non bastasse si sta’ staccando leggermente un leggerissimo strato di pelle e ora il mio glande mi pizzica leggermente ! e tranne che il fatto che il glande e’ diventato più biancastro ( ho fatto una fotografia prima e dopo la cura) il rossore sulla punta del glande non en vuole sapere di attenuarsi… ho telefonato all’urologo che mi ha detto che era impossibile una reazione allergica e mi ha detto che l’infiammazione si sarebbe già dovuta attenuare e mi ha detto di andare a visitarmi da un dermatologo.

Ora, gentilissimi medici vi chiedo:
La diagnosi che mi ha fatto è corretta ?
Devo continuare la cura vista e considerato che l’infezione la ho da più di 20 anni ?
E’ una cosa risolvibile?
Ci sono dei farmaci per attenuare il dolore?
La pellicina che si stacca è sintomo di reazione allergica ?
Quali saranno i tempi di guarigione prima della circoncisione ?

Il mio medico mi ha detto che la soluzione radicale e’ l’operazione di circoncisione ma non mi preoccupa molto l’operazione che so che e’ banale ma (come confermato dal mio urologo) mi deve prima passare l’infiammazione e poi fare l’operazione altrimenti il glande sarebbe scoperto e avrei una vita impossibile per ovvi motivi !!!


Con la speranza di avere una risposta sincera sulle mie possibilità di guarigione un saluto cordiale a tutti i medici e allo staff di “medicitalia.it”
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

sconsigliandole il ricorso all'utilizzo di foto amatoriali, inutili, le significo che a lume di naso, dalla sede telematica, il suo problema è molto più complesso di quello che può apparire come una balanopostite: i stintomi difatti e la soprattutto la sua storia personale necessitano di un videat approfondito teso a scoprire le cause della sua nacata scoperta della sessualità relatica ai suoi genitali.

utilissimo a mio avviso iniziare dal consulto venereologico.

cari saluti e ci tenga pure aggiornati.
[#2] dopo  
75514

dal 2009
Salve a tutti, dopo parecchie settimane che ho interrotto la cura col gentalin che non mi ha portato nessun miglioramento mi sono rivolto ad un dermatologo che dopo avermi visitato col microscopio elettronico mi ha detto di lavarmi 2 volte al giorno col “candinet liquido” e con applicazioni di “gyno-canesten crema”…. Ma la cosa che mi perplesso che che mi ha detto (forse prendendo mini in giro non so’) che non ho nessuna balano postite e nessuna uretrite cronica….. e quel rossore che ho sulla punta del glande (lo potete vedere anche dalle foto del link e’ una “conseguenza” del deposito di smegna depositato sulla base del glande e quel rossore e’ una cosa normale……

Ora vi chiedo… e’ mai possibile che dopo aver passato 2 urologi non si riesce a trovare una cura?
Sono stato sottoposto a ciproxin … bassaldo…. Gentalin grema e altri medicinali e il rossore non passa…..

La cura che mi ha prescritto il dermatologo puo’ servire a risolvere la situazione prima dell’intervento al frenulo ?


VI PREGO RISPODETEMI SONO DISPERATO
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

sicuramente il microscopio elettronico non è stato lo strumento utilizzato per visitarla.. a parte questo dettaglio ininfluente per il suo caso, le indico per sua conoscenza la lettura del mio articolo sulle BALANOPOSTITI:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=39890

per comprendere quante strade possono essere percorribili in un caso come quello che riferisce.

non perda la speranza di guarire e si determini con lo specialista Venereologo - esperto di cute e mucose genitali, per chiarire questo problema.

cari saluti
[#4] dopo  
75514

dal 2009
DOTTORE... GRAZIE PER LA CELERE RISPOSTA.... MI HA VISITATO CON IL MICROSCOPIO ELETTRONICO E RIUSCIVO A VEDERE SU UN MONITOR IL MIO CLANDE INGRANDITO ... VORREI SAPERE SE CON LA CURA HO SPERANZE DI GUARIGIONE... GRAZIE INFINITE