Utente 364XXX
Salve,
ad oggi è il quarto giorno consecutivo che avverto la classica forma di aritmia del "battito mancato". Nei primi due giorni queste aritmie sono state moltissime, all'incirca una ogni 30 minuti e molte di esse anche doppie (due consecutive).
Da due giorni ad oggi invece si sono ridotte parecchio (ieri giusto un paio di episodi e oggi finora solamente una).

Per tutto questo non mi sono spaventato perché leggendo molti vostri consulti ho notato che è cosa abbastanza comune e in linea di massima non porta a disturbi gravi, mi sono spaventato invece per un altro episodio accadutomi ieri sera:
Finito d'aver avuto un rapporto sessuale con mia moglie, quindi appena raggiunto l'orgasmo, ho sentito il cuore accelerare e poi come "esplodere", ho avvertito quindi nitidamente e molto intensamente il suo battito in tutta la cassa toracia e dopo pochi secondi è sopraggiunta una di quelle aritmie di cui parlavo. Il cardiopalma è continuato ad esserci fino a quando il batitto è diminuito gradualmente (2-3 minuti) ed è tornato poi tutto alla normalità.

Perché è accaduto? E' una cosa normale? Oppure mi consigliate una visita?

Due nozioni che potrebbero aiutarvi:
Ho 31 anni, sottopeso, bevo pochissimo alcol, tabagista (10 al gg).
2 protusioni L4-L5 + L5-S1 (non pratico sport da anni), vita molto sedentaria.
Soffro di stomaco, colon irritabile.
Check-up al cuore due anni fa, Ecg + Ecocardiogramma, tutto regolare.


Grazie mille per la vostra disponibilità.
Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
12% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2012
Quelle che lei descrive sembrano extrasistoli ventricolari isolate.
Potrebbero essere dovute a una serie di fattori scatenanti (stress, per esempio, ma anche disturbi digestivi), e l'attività sessuale potrebbe averle favorite.

Si dia ancora qualche giorno di tempo per vedere come va; mangi cibi ricchi di potassio e magnesio (banane, arance, noci). Se il disturbo permane, faccia un elettrocardiogramma.

Anche l' Holter (ECG di 24 ore) può essere utile, ma ha senso solo se le aritmie sono quotidiane.
[#2] dopo  
Utente 364XXX

Iscritto dal 2014
Grazie mille per la celere risposta, dottoressa.

Quindi aspetto un altro paio di giorni e poi in caso andrò a farmi un elettrocardiogramma.
Ma la cosa da tenere maggiormente sott'occhio qual è, le extrasistoli ventricolari oppure il cardiopalma? Non capisco quale dei due episodi sia quello più "grave".

Grazie ancora per la disponibilità.
[#3] dopo  
Dr. Chiara Lestuzzi
28% attività
12% attualità
20% socialità
AVIANO (PN)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2012
Cardiopalmo è la sensazione soggettiva delle extrasistoli. Io ho azzardato ventricolari perché di solito sono quelle che vengono avvertite come "battito mancante" perché non vengono avvertite. Quelle sopraventricolari vengono avvertite come un battito in più,