Utente 784XXX
Gentili dottori,
sono un ragazzo di 21 anni e soffro da sempre di eiaculazione precoce (mi capita anche quando mi masturbo, sebbene faccia un vero e proprio allenamento per contenere l'eiaculazione). Ho sempre sofferto anche di disturbi di ansia (con conseguente insonnia); l'ansia inoltre si acuisce durante i rapporti sessuali. Ci può essere una relazione tra ansia e eiaculazione precoce? l'uso di ansiolitici può risolvere il problema eiaculatorio?
II Ho risolto il problema di eiaculazione precoce con i preservativi ritardanti, che hanno effetto anestetico. L'uso prolungato di questi prodotti può far male?
III Ho notato che ho la sacca dello scroto molto piccola. Questo può determinare l'eiaculazione precoce?
Grazie per la pazienza.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giulio Biagiotti
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
salve.
l'ansia di certo non è d'aiuto. le suggerirei di lavorarci sopra magari con l'aiuto di uno psicopterapeuta evitando gli ansiolitici che non risolvono la precocità.
visto che i profilattici ritardanti funzionano potrebbe farsi prescrivere, nel contesto di una visita specialistica, una crema anestetica da usare localmente. sempre dallo specialista potrebbe avere lumi sulla sacca scrotale la quale difficilmente ha una relazione con la precocità.
cordialmente