Utente 784XXX
Gentili Dottori,
mio marito dovrà subire una biopsia estemporanea per un tumore al testicolo dx. IL problema è che lui ha molta paura dell'operazione, non è mai stato in ospedale ed in passato ha sofferto di stati d'ansia ed attacchi di panico. Attualemnte ha fatto slo gli esami di routine elettrocardiogramma, rx toracica ed esami del sangue e delle urine. La sua paura è che nessuno gli ha chiesto se è allergico a qualche medicinale, ovviamente lui non sa se per caso soffre di qualche allergia ed ha molta paura dell'anestesia. Voi sapreste dirm per tranquillizarlo se verranno fatti anche degli accertamenti per procedere ad un'anestesia totale. Scusate il mio modo di esporre ma sinceramente è tutto successo così in fretta che ancora non riusciamo a renderci conto realemnte dell'accaduto e soprattutto ci sentiamo un pò abbandonati a noi stessi, visto che da giovedì nessun medico ci ha ancora detto l'esito della toracica e dell'ecg.
Grazie per qualsivoglia risposta riusciate a fornirmi.
Buona giornata e buon lavoro
Barbara

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Sebastiano Petracca
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Gentile Utente,
suo marito ha eseguito tutti gli esami di routine pre-operatori per poter essere sottoposto ad un intervento chirurgico in Anestesia Generale.
Credo di aver capito in regime di pre-ospedalizzazione: il giorno del ricovero avrà sicuramente modo di conoscere un Anestesita che provvederà a raccogliere l'anamnesi di suo marito.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 784XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dott. Petracca,
grazie mille per la risposta, ho parlato con il reparto dove dovrà essere ricoverato e mi hanno detto che prima di sottoporsi all'operazione parlerà con l'anestesista.
Lei sa dirmi se per questo tipo di operazione fanno anestesia locale o totale? Lui vorrebbe non essere coscente per non sentire se ci sono complicazioni perchè lo agiterebbe molto. Io so per sentito dire che è meglio un'anestesia locale, in quanto meno pericolosa (ma le ripeto questo è solo quello che ho sentito dire in giro, sicuramente la medicina è andata oltre anche in questo).
Buona giornata e grazie per il vs. lavoro
Barbara
[#3] dopo  
Dr. Sebastiano Petracca
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Gentile Sig.ra,
la scelta anestesiologica dipende esclusivamente dal collega che sarà presente in sala operatoria. Io consiglierei un'anestesia subaracnoidea con una leggera narcosi farmacologica in respiro spontaneo. Tale procedura è assolutamente indolore per il pz.
La narcosi o sedazione ha un effetto ipnotico e produce una amnesia che aumenta il comfort intra-operatorio per il pz.
Cordialmente.
[#4] dopo  
Dr. Sebastiano Petracca
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Mi perdoni ma la risposta di prima è stata incompleta...

Nel caso di una semplice biopsia consiglierei la sola sedazione vista la rapidità dell'esecuzione dell'intervento.
Se invece gli accordi sono di fare una biopsia con estemporanea (come aveva detto lei nella sua prima richiesta) allora consiglierei una spinale (subaracnoidea), vista la possibilità di proseguire con l'intervento chirurgico.

Cordialmente.