Utente 928XXX
Nell'inverno di due anni fa sono stato affetto da una ciste/fistole in zona perianale dalle dimensioni abbastanza grandi (più grande di una pallina da ping-pong) molto dolorosa, che mi procurò febbre a 39°C e malessere per diversi giorni, oltre all'impossibilità di potermi sedere e anche camminare.
Dopo punture di antibiotico e diversi giorni la ciste è esplosa da sé rilasciando pus in quantità.
Dopo un mese circa sono riuscito ad ottenere un appuntamento presso un ospedale pubblico e mi dissero che era tutto a posto, mi consigliarono per precauzione di fare una colonscopia e mi avvisarono che la cosa è recidiva e se usciva di nuovo avrei dovuto operarmi.
Da un paio di mesi sto notando che in un punto differente, stavolta più distante dalla zona perianale sono comparse e poi ritiratesi delle bolle.
Queste avevano dimensioni di una biglia, dolorose ma non eccessivamente.
Fino ad oggi in un paio di mesi è successo 2 volte, per essere precisi su entrambi i glutei e alla stessa altezza, negli stessi punti speculari.
In entrambi i casi dopo 4-5 giorni si sono ritirate.
Inizialmente pensavo potesse trattarsi di punture di insetti ma il fatto che si presentino sempre negli stessi punti inizia a farmi dubitare essendo già la terza volta che succede.
Detto questo, le mie sono solo paranoie o può benissimo trattarsi di cisti/fistole che si ripresentano, infiammano e "sfiammano" da sole?
C'è un modo per accorgersene da sé?
Grazie anticipatamente a chi potrà aiutarmi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Francesco Nardacchione
32% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2006
Gentile signore
non è facile risponderLe via mail perchè per poter avanzare una ipotesi diagnostica è necessaria una visita diretta che permetta di valutare attentamente la situazione locale. La sua descrizione infatti, per quanto particolareggiata non permette una ricostruzione attendibile. Potrebbe trattarsi di una fistola perianale, o di una cisti con fistola sacrococcigea. Entrambe le patologie infiammatorie si presentano con i classici segni e sintomi della infiammazione (calore, dolore, rossore, gonfiore, ed impotenza funzionale) oltre alla febbre ed il pus. Entrambe le formazioni ascessuali poi possono andare incontro ad apertura spontanea con parziale remissione del quadro clinico con alta possibilità di recidiva. Per tale motivo Le consiglio, in caso di ricomparsa delle stesse tumefazioni di rivolgersi immediatamente al suo medico curante per una valutazione medica. Sarà lui, poi, in caso di eventuale recidiva di fistola perianale, a prescriverle una visita specialistica proctologica o chirurgica.
Cordiali saluti
[#2] dopo  


dal 2016
Grazie per la risposta.
Non sono un medico ma escluderei che si tratti di cisti con fistola sacrococcigea per la posizione.
La tumefazione si presenta nella parte molla del gluteo, verso la "parete interna", non so come spiegarmi meglio scusate.
Due anni fa invece si presentò proprio nella zona anale, molto vicino all'orifizio.
In questi due anni solo una volta ho avuto il sospetto che si fosse ripresentato ma in pochi giorni si è risolto tutto.
Ora, invece, per la terza volta in 2 mesi si è ripresentata questa piccola tumefazione nella parte molla del gluteo dx.
Le prime due volte mi dava dolore, come se si trattasse di una puntura di insetto, si presentava dura e rossa e al tatto si distingueva chiaramente come una piccola noce sotto pelle.
La prima volta si è presentata sul gluteo dx, la seconda sul sx, in posizione quasi speculare.
Essendo regredita in meno di una settimana ho pensato si trattasse davvero di una puntura di insetto dato che nei giorni immediatamente precedenti ero stato in campagna e in un modo o l'altro la zona in questione è stata esposta a eventuali insetti.
Ora invece si è ripresentata in modo molto più lieve.
Non capisco se in realtà si tratti di cisti, punture o semplici peli incarniti.
Per esempio, sulla guancia, ciclicamente dopo che non mi taglio la barba per tot giorni si presenta sotto pelle una piccola cisti, sempre nello stesso punto, che sia una cosa simile?
In ogni modo, ora non ho particolari problemi, per cui non vorrei sottopormi a visita specialistica.
[#3] dopo  


dal 2016
Dimenticavo una cosa!
Nel caso si trattasse di cisti/fistole perianali, quale può essere la causa?
E' una cosa grave?
C'è un legame tra ciò che si mangia e la comparsa di queste?
Ho notato che almeno quest'ultima volta, è comparsa dopo aver mangiato due volte in due giorni in un fast food.
Tra l'altro la prima sera mi ha arrecato anche un tremendo mal di pancia.
[#4] dopo  
Dr. Francesco Nardacchione
32% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2006
Gentile signore
continuo a ribadirLe che parlare di due "piccole tumefazioni nella parte molla del gluteo ..." non consente di immaginare una patologia. Potrebbe anche semplicemente essere una cisti sebacea o un foruncolo che ha infettato il gluteo controlaterale "..in posizione quasi speculare...." ma a maggior ragione è necessaria una visita medica per tranquillizzarla o prescriverle una terapia.
Sicuramente poi l'alimentazione che si può effettuare in un fast food non costituisce il top del regime igienico alimentare causando spesso disturbi digestivi a causa degli oli e delle salse utilizzate.
In merito alla sua ultima domanda la invito a leggere l'interessante articolo pubblicato sul nostro sito dal collega Favara.
http://www.medicitalia.it/minforma/colonproctologia/124-ascessi-fistole-anali-perianali.html
Cordiali saluti