Utente 368XXX
Gentili dottori.

Da ormai 4 anni mi trovo a curare un HPV in zona genitale (tipicamente zona alla base).

Inizialmente ho fatto crioterapia, tuttavia però il dottore non ha effettuato una corretta diagnosi guardando sempre l'area ad occhio nudo e affidando quindi al sottoscritto l'individuazione dei condilomi.

Da un anno invece ho fatto 3 sedute di laserterapia a seguito di balanoscopia. Purtroppo il problema non sembra risolto. La settimana scorsa ho effettuato l'ultima seduta in quanto avevo notato dei condilomi evidenti. A fine seduta i condilomi non erano "spariti alla vista" e tutt'ora (ad una settimana di tempo) ancora persistono. Il dottore a fronte della mia osservazione mi ha detto che di fatto quei condilomi sono stati resi immuni e spariranno a breve. Vi sembra plausibile? Mi è stato prescritto anche (per la prima volta dopo tante sedute) il trattamento con Aldara per 15 giorni. Sto cominciando a nutrire dubbi su quanto riportato dal dottore, cortesemente fatemi sapere il vostro parere.

Saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gentile pz
Ovviamente una seduta con qualunque mezzo distruttivo ,e il laser CO2 lo è,deve essere più radicale possibile nel rispetto delle norme di buona esecuzione .
Il discorso sul condilima immunizzato non mi è chiaro.Probabilmente voleva dire che è colpito e che le cellule non sono più vitali (e quindi la lesione "cade".
Ma non sono in grado di dire nulla di più su questo. Certo l'immunizzazione non è un termine che ci stia. Sarà un semplificazione del messaggio.
Anche l'ALDARA può essere usato ,ma 15 gg sembrano pochi.Forse sarà il tempo per il controllo.
Ci faccia sapere . Cordialmente