Utente 355XXX
Buongiorno sono una ragazza di 22 anni. Fin da quando ero piccola facevo sport anche 3 volte a settimana, ultimamente a causa dello studio ho ridotto a una volta in settimana. Fin da quando ero piccola mi è stata riscontrata (a causa di un'extrasistole durante la prova per l'idoneità sportiva), dall'ecocardiogramma, la ridondanza della mitrale. Da sempre avverto alcune extrasistoli a riposo ma mi avevano detto che poteva essere causato da questo "billowing" della mitrale e quindi non mi hanno mai preoccupato.
Però in quest'ultimo periodo faccio attività fisica,al picco dello sforzo,avverto 2/3 cicli di tachicardia/extrasistoli molto fastidiose che mi hanno spaventato (soprattutto il momento di pausa,quando il cuore per un attimo si ferma per compensare).Ho così effettuato un'ulteriore ecocardiogramma che ha riconfermato quello di 9 anni fa della ridondanza mitrale. Ho una storia familiare di prolasso e billowing della mitrale perciò mi è stato prescritto un Holter. Il referto dice esame di buona qualità, ritmo sinusale stabile per tutta la registrazione. Extrasistolia ventricolare isolata, a tratti bigemine e rare coppie. Eventi sopraventricolari (3,72%) isolata,bigemina,a coppie (284) e due triplette. Assenti alterazioni del recupero ed assenti pause.
Devo ancora sostenere un ulteriore esame al cicloergometro sotto massimo sforzo ma nel frattempo che sto aspettando mi è cresciuta l'ansia nei confronti dell'attività fisica,che ho ulteriormente ridotto perché spaventata dalla suscettibilità delle mie extrasistoli probabilmente all'adrenalina. Ho paura che al culmine dell'attività il cuore si fermi o che le extrasisitoli non smettano più.
Vorrei chiedere un 'opinione sulla mia situazione e se la mia preoccupazione è fondata.
Vi ringrazio per il tempo dedicato.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
La sua preoccupazione è ovviamente infondata...faccia anche il test da sforzo per tranquillità, visto che fà attività sportiva.
Cordialmente
[#2] dopo  
Utente 355XXX

Iscritto dal 2014
Grazie per la veloce risposta. Un'ultima cosa: dato che io non fumo,non bevo the/caffè..c'è qualcos'altro che potrei fare?.. Da che cosa può essere dato questo aumento di extrasistoli che avverto mentre faccio sport? Può essere perché sono meno allenata rispetto ad una volta? Perché ho letto che di norma se aumentano con lo sport sono più pericolose e più predisponenti allo sviluppo di aritmie. Mio padre ha il mio stesso problema ma lui fino a 40 anni non aveva sintomi. Se uno li sviluppa più precocemente cosa vuol dire?
La ringrazio
[#3] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Le sue sono preoccupazioni comprensibili, ma senza alcuna razionale motivazione....Per capire se l'attività fisica incrementa o meno l'extrasistolia, basta fare il test da sforzo o analizzare i risultati di un Holter ECG che registri ciò che accade durante l'attività sportiva....Ma questo non cambierebbe nulla alla valutazione già fatta perchè tralaltro, da quanto riporta, sembrerebbe che le extrasistoli più frequenti siano di tipo sopraventricolare e non ventricolare...
Se non la convincono le parole tranquillizzanti di un cardiologo (quello che l'ha valutata finora) può rivolgersi ad un aritmologo (un cardiologo con particolari competenze in problematiche del ritmo cardiaco) per ulteriori conferme....
Saluti
[#4] dopo  
Utente 355XXX

Iscritto dal 2014
Buongiorno dottore,innanzitutto la ringrazio perché grazie alla sua risposta la mia ansia nei confronti delle extrasistole si era attenuata e per un pò di mesi ho vissuto meglio. Ora però ho bisogno di un suo gentile parere:
Stanotte mi sono addormentata verso mezzanotte e verso l'1 ricordo di essere stata in uno stato di dormi-veglia ed improvvisamente ho sentito il cuore passare da un battito lento a velocissimo ma regolare,come avessi fatto una corsa,ma il mio respiro era regolare e io ero tranquilla. Il tutto è durato 6/7 battiti.
Mentre qui ho potuto avvertire proprio l'inizio,un mese fa mi è capitata la stessa cosa,più verso mattina e mi sono svegliata con 6/7 battiti regolari ma molto veloci.
Questa è la 2/3 volta che mi capita (la prima non ero sicura che fosse completamente esclusa da sogni).
Non ho mai avuto attacchi di panico ma sono abbastanza ipocondriaca e questa situazione mi agita..anche perché con le mie 3600 extra sopraventricolari con alcune coppie e 856 ventricolari,la mitrale ridondante quando leggo su internet non so se includermi nei cardiopatici oppure no.
Stanotte mi sono spaventata e sono rimasta alzata per 2ore.
Questi battiti mi è capitato di averli raramente durante il giorno,ma non a distanza di un mese dall'uno all'altro.
Potrebbe essere una tachicardia parossistica ma secondo lei questi sintomi richiedono più attenzione?quale potrebbe essere,nel mio caso,la causa?
Sto prendendo una valeriana durante il giorno e 50gocce di biancospino prima di dormire,ma null'altro perché sono un pò contro i farmaci in giovane età,a meno che questo non mi esponga a rischi concreti! sono ipocondriaca ma se sapessi che non sono in pericolo questi episodi me li terrei. Prendo sono del lexotan al bisogno (come stanotte dato che mi sono spaventata).
La ringrazio in anticipo.