Utente 310XXX
salve gentili medici scrivo per mia madre di 60 anni che è diabetica , a parte questo non ha mai avuto particolari problemi di salute sino l altra sera era circa mezzanotte ed ha avvertito delle palpitazioni che non aveva mai avuto allora l abbiamo portata in ps dove le hanno diagnosticato una fibrillazione atriale rientrata in mattinata alle 8 circa dopo somministrazione di clexane 1 fl sc cordarone 4f glucosio 1s glucosio1s e cordarone 4 f cosi dice il referto. le hanno fatto un eco che dice: ventricolo sinistro di normali dimensioni endocavitarie e spessori parietali. Eucinesia segmentaria con normale funzione globale di pompa ( FE 60%) e normale funzione sistolica longitudinale( S' anulus settale 8 cm/sec). ventricolo destro di normali dimensioni e funzione sistolica. Cavità atriali nella norma . Radice aortica sclerocalcifica di normali dimensioni e regolare movimento di apertura delle semilunari ; al doppler : lieve insufficienza. Valvola mitrale con normale movimento dei lembi ; al doppler lieve insufficienza ; pattern diastolico da alterato rilasciamento .Minimo rigurgito tricuspidalico con normale stima indiretta della PAPs. Pericardio indenne. Lassità del setto interatriale. In mattinata l hanno dimessa con la seguente terapia amiodar cpr una cpr mattina e sera, clexane 6000ML una F.S.C al di per quindici giorni , gli enzimi erano nella norma ed anche le restanti analisi. lo stesso giorno in serata si è fatta visitare da un cardiologo privatamente il quale gli ha tolto tutta la terapia data in ps e gli ha detto al massimo di prendere una cardioaspirina . Adesso siamo confusi non sappiamo se mia madre deve effettuare qualche tipo di terapia ho meno . Attualmente non fa niente . voi cosa ne pensate? grazie delle eventuali risposte

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
231165

Cancellato nel 2015
In effetti somministrare il cordarone come terapia cronica al primo episodio è un po eccessivo. Concordo con le indicazioni del suo cardiologo anche se sara' necessario fare qualche controllo successivo con un ECG Holter al fine di valutare la stabilita' del ritmo . Qualora i ripresentasse la fibrillazione attirare esistono molte valide alternative da provare come prima terapia. cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 310XXX

Iscritto dal 2013
grazie per la celere risposta , provvederemo per un eventuale holter ecg . saluti