Utente 369XXX
Gentile dott.re, siamo una coppia che vuole avere un figlio, la contatto per la situazione un po' complessa del mio compagno (io ho 28 anni e lui 32).
Ha fatto degli esami perche' avevamo riscontrato dei problemi e questi sono i risultati:

ESAME DEL LIQUIDO SEMINALE
Viscosità: aumentata ++
Fluidificazione: irregolare
Volume: 3 ml
Aspetto: denso
PH: 7,8
Motilità progressiva: 25% (10% tipo A)
Motilità totale: 55%
Morfologia - tipici 15% , atipici 85% (72% teste)

Testosterone: 2,2
Prolattina: 8,9
Ormone luteinizzante: 2,5
Ormone follicolo stimolante: 2,6
Creatinina: 0,64
Glucosio: 95
Osservazioni: sono presenti nel liquido seminale piccole e medie zone di spermioaglutinazione aspecifica.
Disfunzione erettile in soggetto con ipotestosteronemia normogonadotropa. Moderata astenozoospermia con varicocele a sinistra.

Le ho scritto per chiederle quale potrebbe essere la terapia più adatta per avere una gravidanza, credo che un concepimento naturale possa essere complicato. Stiamo pensando di andare in qualche centro specializzato e chiedere di iui, PMA o icsi. Lei cosa ne pensa?
Siamo un po' confusi.
Grazie mille per l'attenzione, attendo un suo riscontro.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettrice,

la confusione nasce molto probabilmente perché il suo compagno non ha al suo fianco un bravo ed esperto andrologo che, valutata nelle sua globalità e complessità la sua situazione clinica, le indichi poi le precise e corrette procedure diagnostiche e relative terapie da seguire.

Non pensi subito a IUI, PMA, ICSI od altro!

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questa discussione, le consiglio di consultare i seguenti articoli pubblicati sempre sul nostro sito:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/212-cos-andrologia-andrologo.html

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/196-prevenzione-andrologica-eta-pediatrica-puberale.html .

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 369XXX

Iscritto dal 2015
Grazie per la sua risposta, sicuramente c'è da comprendere meglio la terapia da attuare. Per la diagnosi che le ho scritto lei cosa potrebbe consigliare?

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
All'età del suo compagno, se presente varicocele significativo, non si esclude neppure un'eventuale strategia chirurgica.

Detto questo, se desidera poi avere informazioni più dettagliate su questo particolare ma complesso tema andrologico, le consiglio di consultare anche l’articolo da me pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/388-varicocele-fare-problemi.html

Un cordiale saluto.