Utente 383XXX
Da una spermiocultura con spermiogramma effettuata nel mese di luglio è risultata un'azoospermia. Mi sono rivolto ad un andrologo che ha effettuato in studio un eco testicolare (dx 3.3x1.7x1.4 sx 3.0x1.47x1.15) e mi ha prescritto degli esami che hanno dato i seguenti risultati:inibina b (86,4),Beta HCG (1.0), Alfafetoproteina (1,3), FSH (7,3), LH (5,8), Testosterone (5,8), 17ohprogesterone (0,8). Confortato dall'esito di queste analisi, il professore mi ha così consigliato un' ulteriore indagine, con altri esami: analisi delle microdelezioni del cromosoma y; analisi del gene CTFR; cariotipo. A giorni mi sottoporrò a questi accertamenti. Il Professore non mi ha però assicurato che riusciremo a sapere qual è il problema che ho, e la cosa mi ha scoraggiato parecchio. Mi dice soltanto che è un discorso da riprendere quando avrò intenzione di procreare. Ma ovviamente queste risposte non mi bastano e la possibilità di procreare è un progetto abbastanza futuro. Vorrei avere il vostro aiuto, per capire qual è la mia situazione. Potrebbe essere questa azoospermia un fenomeno temporaneo legato alla precedente epididimite? Magari dopo una terapia mirata (mi hanno parlato dello Spergin Q10) potrei riprovare lo spermiogramma, dal momento che il penultimo effettuato qualche mese prima parlava di 4 milioni di spermatozoi.Vi prego di aiutarmi e di consigliarmi per il meglio. Grazie per l'attenzione concessami.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,azoospermia significa assenza totale di spermatozoi.Da un punto di vista prognostico-clinico aver riscontrato la presenza di spermatozoi,anche se in numero ridotto,permette di ipotizzare una possibile gravidanza sia naturale che assistita.I riscontri dell'ecogafia evidenziano un'ipotrofia testicolare bilaterale che non credo possano riferirsi ad un epididimite pregressa...Gli esami ormonali non sembrano evidenziare segni di palese sofferenza testicolare ma,per potersi esprimere correttamente bisognerebbe poter visitare il Paziente.Ho delle perplessità che una terapia come quella indicata possa essere decisiva,per cui,piuttosto che ricercare assicurazioni,o sentenze,proseguirei con l'approfondimento diagnostico legato allo studio genetico proposto.Ci aggiorni in seguito,se ritiene.Cordialità.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,

la sua condizione non è di Azoospermia ma di Oligozoospermia, magari grave.
le due condizioni sono sostanzialmente diverse.
Non credo che possano essere modificate con i farmaci attualmente a disposizione, io personalmente non li prescriverei ( ritenendoli perdita di tempo e di soldi)
Il giorno in cui lei decidesse di avere una gravidanza, allora dovrebbe pensare alla procedura ICSI utilizzando spermatozoi eiaculati oppure recuperati direttamente dai suoi lobuli testicolari
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 383XXX

Iscritto dal 2007
In primis, vi ringrazio per le celeri risposte. Volevo porre qualche altro quesito: l'azoospermia può essere momentanea? Ed è comunque sempre irreversibile? L'ipotrofia testicolare bilaterale evidenziata dall'ecografia è una condizione congenita o è una patologia che può essere curata? Vi ringrazio ancora per l'attenzione e ringrazio in anticipo tutti coloro che presteranno le loro competenze per questi interrogativi.
[#4] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,

la assenza di spermatozoi nell'eiaculato può essere dovuto o a una mancata produzione da parte dei testicoli (e l'ipotrofia testicolare suggerirebbe questa situazione) o a una ostruzione lungo e vie semnali (l'FSH normale suggerirebbe questa seconda ipotesi). In sostanza: i dati che ci porta non permettono un'interpretazione univoca. Come scritto dal Collega Izzo è importante poterla visitare; alcuni dati dello spermiogramma (volume, pH, fruttosio, zinco) e un'ecografia prostatica transrettale potrebbero successivamente dare ulteriori informazioni.
Da ultimo: in linea di massima l'ipotrofia testicolare bilaterale non può essere corretta.