Utente 805XXX
buongiorno, ho 36 anni, sono leggermente sovrappeso, con presenza di cellulite. Da diversi articoli su riviste, ho appreso dell'esistenza della cavitazione, e dopo essermi documentata ed essermi rivolta anche ad una associazione senza scopo di lucro, altamente affidabile come osservatorio su questi trattamenti, ho preso contatti con uno studio medico da loro indicatomi, per effettuare questo trattamento.

Devo pero' dire che da tutti gli articoli su internet e da alcuni blog, sono perplessa sull'efficacia del trattamento, ma soprattutto sul fatto che sia effettivamente indolore e privo di effetti collaterali.

Alcune persone in vari blog parlano di problemi alle ovaie, cosa che mi ha spaventato.
Volevo chiedere se effettivamente puo' essere un trattamento dannoso per queste parti,
io comunque non avendo ancora figli, e intenzionata ad averne,
non vorrei effettuare un trattamento che mi porti ad avere problemi.
grazie in anticipo, cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Francesco Scarpa
24% attività
4% attualità
0% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2008
Buona sera,
cercherò di darle più informazioni possibile su questa tecnica che utilizzo. Inoltre da alcuni mesi sto sperimentando un apparecchiatura a cavitazione che verrà prodotta da una nota azienda del settore medicale.
Gli ultrasuoni agiscono con frequenze diverse: quelli a 1 o 3 MHz hanno un effetto più superficiale mentre quelli con frequenza compresa tra 30KHz e 70KHz generano in profondità un effetto conosciuto come Cavitazione.
La cavitazione sollecita la creazione, lo sviluppo e la successiva implosione di microbolle all'interno di un liquido grazie all'alternanza di fasi di espansione e di compressione del liquido stesso. Tale implosione crea picchi di pressione e temperature altissime per una durata inferiore ad un microsecondo. Grazie agli ultrasuoni a bassa frequenza questo fenomeno viene riprodotto nell'adipocita determinando la rottura dei legami fra gli adipociti e la lisi meccanica degli adipociti stessi, con l'emissione nel liquido cellulare dei trigliceridi che vengono velocemente e fisiologicamente metabolizzati.
La cavitazione trova indicazione per il trattamento delle masse adipose localizzate. La tecnica è indolore (si segnalano eritemi, sensazione di intorpidimento della parte trattata, sensazione di calore, lieve edema).
La tecnica è controindicata nelle epatopatie, nelle dislipidemie ( ipertrigliceridemia, ipercolesterolemia) e in quelle aree che sovrastano parenchimi nobili come nel caso dell'addome femminile sulla proiezione delle ovaie.
Il problema è che attualmente ci sono molte apparecchiature a cavitazione con diverse frequenze (quindi diversi effetti e diverse profondità d'azione) e diverse potenze di emissione. Inoltre la cavitazione la fanno tutti, medici e non. Il consiglio che le posso dare è quello di affidarsi ad esperti del settore che partendo da un'accurata visita medica possano proporle un trattamento sicuro e con risultati.


[#2] dopo  
Utente 805XXX

Iscritto dal 2008
buongiorno dottor Scarpa, grazie per la Sua risposta, martedi prossimo ho fissato una visita preliminare presso uno studio medico di Milano, segnalatomi da diversi fonti come centro specializzato.

Grazie ai Suoi suggerimenti, spero di riuscire a capire qualcosa in piu' sul tipo di trattamento che mi verra' proposto e sulle caratteristiche (es. frequenza) delle apparecchiature.

la problematica che maggiormente mi preoccupava era appunto il trattamento dell'addome (zone ovariche) e che a questo punto, per tranquillita' mia, chiedero' se possibile di evitare come zona da trattare.

grazie di nuovo,
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr.ssa Stefania Pistoia
20% attività
0% attualità
8% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2008
gentile signora

confermo quello che si ha scritto il collega.

purtroppo oggi la cavitazione la effettuano molti centri estetici con personale non medico; quindi il primo passo è sempre di rivolgersi a personale medico specializzato nel settore.

devo aggiungere che nella m ia esperienza di due anni con la cavitazione non ho notato nessun effetto collaterale, anche perche dopo un attenta anamnesi ed un e esame obiettivo della paziente, tali effetti si possono acnhe evitare. Esempio escluderei la cavitazione a livello a ddominale sono in donne con cisti ovariche e sindrome dell'ovaio policistico e nel caso ci sia il dubbio, è molto semplice far praitcare un dosaggio ormonale ed un ecografia perlvica nei primi 5 giorni del ciclo.. Inotlre i pazienti con dilipidemie, posssiamo trattarli durante4 il tratta,mento con integratori di9 nuova genrazione che aiutanto lo smaltimento dei grassi o veri farmaci tipo l'orlistat.

E utile sempre ogni tre trattamenti ripetere esami di routine del quadro lipidico ed un attenta valutazione medica.

Saluti
[#4] dopo  
Utente 805XXX

Iscritto dal 2008
buongiorno dottoressa e grazie della risposta. Nel frattempo mi sono sottoposta a 2 trattamenti, della durata di 15 minuti. La prima seduta ero piuttosto tesa, e quindi anche il fatto di sentire il "cicalino" causato dagli ultrasuoni molto forte mi ha messa abbastanza a disagio (specialmente nelle zone sui fianchi, prossime alla struttura ossea). Gia' con la seconda seduta non ho avuto alcun problema. Il trattamento è stato fatto sui glutei, sui fianchi, e sull'interno cosce.

Posso dire gia' dal primo trattamento di aver visto un risultato, anche se non macroscopico. Dopo la seconda seduta (a distanza di un mese) il risultato è ancora piu' evidente. Sinceramente non ho preso nota dei cm persi, ma la forma è nettamente diversa rispetto a prima, molto + modellata e tonica, e i pantaloni sono decisamente meno stretti.

Sono contentissima del trattamento, e ho gia' fissato la terza seduta.

E' ovvio che non ci si puo' aspettare il "miracolo", o effetti come un intervento di liposuzione, quindi cambiare totalmente forma "in un colpo solo". Ma posso dire che, senza avere particolari fastidi, il mio fisico sta cambiando in meglio, e ne sono veramente contenta.

Cordiali saluti
[#5] dopo  
8702

Cancellato nel 2008
gentile utente
concordo con quanto suddetto dai colleghi e aggiungo e sottolineo l'importanza di rivolgersi ad un personale medico specializzato che può seguire la paziente anche con terapie domiciliari di drenaggio e con fitoterapici detossificanti a livello epatico.
Se praticata dopo un'attenta anamnesi e sotto terapia medica ,la cavitazione è una metodica molto valida e non ha effetti collaterali.
distinti saluti

dr.ssa MEMOLI KATIA
medicina estetica e del benessere