Utente 351XXX
Buongiorno
Alla mia giovane età di 24 anni, in queste ultime settimane, sto sperimentando degli anomali episodi di disfunzione erettile e calo del desiderio.
Non ho mai avuto problemi di questo tipo in vita mia (almeno fino a una settimana fa), ho sempre avuto una vita sessuale priva di intoppi ed alquanto soddisfacente, specie con la mia attuale partner.
Ad ogni modo, in queste ultime due settimane, mi è capitato ben due volte di dover prematuramente concludere un rapporto : dopo circa 10 minuti di penetrazione, l erezione iniziava progressivamente a scemare fino a perdersi del tutto, costringendoci così a interrompere l atto.
La cosa inizialmente non mi ha preoccupato più di tanto, pensando che il tutto fosse dipeso dalla stanchezza il primo giorno, e dall abuso di alcolici e tabacco il secondo giorno.
Tuttavia ho inoltre notato che, ultimamente, non ho un erezione nemmeno quando mi sveglio la mattina (e quando ce l ho è tutt altro che completa).
La cosa, nella sua anormalità mi ha allarmato, quindi ho ritenuto opportuno sperimentare un pò da solo con la masturbazione.
neanche questo metodo ha dato i risultati sperati :
Di solito non mi ci voleva molto per eccitarmi, invece questa volta ho dovuto concentrarmi e guardare video pornografici per procurarmi un erezione (inizialmente nemmeno del tutto completa) e la masturbazione è durata più del solito.
il punto è che pur essendo passati circa 4 giorni dall ultimo orgasmo, mi sono masturbato non perchè ne avvertissi il desiderio (altra cosa che mi ha allarmato), quanto perchè volevo capire se effettivamente ci fosse qualche problema.
Alla fine sono riuscito ad ottenere un erezione quasi completa durante la quale ho raggiunto l orgasmo, ma ho comunque constatato che qualcosa in me non va.
Onde fornire maggiori informazioni descriverò anche un altro problema che potrebbe essere collegato (anche se non necessariamente).
a differenza dei sintomi sopra descritti questo va avanti già da un paio di anni.
il problema (anche se non saprei se ha senso definirlo tale) consiste nel fatto che fumare mi dà un impellente stimolo di urinare ed espellere grandi quantità di urina (è come il mio corpo reagisse al fumare riempiendo la vescica).
Molto spesso l urina è trasparente, sintomo che comunque teoricamente non avrei bisogno di urinare.
Essendo comunque un fumatore occasionale non ho dato troppo peso alla cosa, ma la scrivo perchè potrebbe essere un informazione potenzialmente importante per i sintomi sopra descritti.
Inoltre alcune mattine (specie quelle in cui dormo più del solito) mi sveglio con il bisogno di urinare (verso l orario in cui mi sveglierei per andare a lavorare), ma penso che ciò possa essere semplicemente un fattore abitudinario.
è anche capitato che mi svegliassi nel cuore della notte per urinare, ma erano episodi alquanto sporadici ed isolati.
C' è anche da dire che bevo un pò più di acqua della media.
Ringrazio anticipatamente chiunque mi aiuterà a capire cosa mi stia succedendo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Gentile ragazzo,

dal mio punto di vista la cosa più errata che si possa fare in questa situazione è quella di verificare se la risposta erettile funziona senza un reale desiderio sessuale che è fondamentale per ottenere e mantenere una valida erezione. Dovrebbe essere una situazione passeggera ed in questa fase è inutile andare a verificare periodicamente se l'erezione torna normale. Lasci decantare la situazione senza dare molto peso al problema e nel frattempo contatti un esperto andrologo che la aiuterà ad inquadrare meglio il problema anche sulla scorta di esami specifici che andranno ad indagare anche l'aspetto urinario.
[#2] dopo  
Utente 351XXX

Iscritto dal 2014
ho solo una cosa che non mi torna :
Al di là del desiderio sessuale, le erezioni mattutine non dovrebbero comunque verificarsi senza problemi?
E se il tutto fosse causato da una ipotetica diminuzione del testosterone?

(anche se in realtà sto iniziando a pensare, come ha scritto lei, che possa essere una cosa passeggera: stamattina mi sono svegliato con un erezione decisamente più incoraggiante dei giorni scorsi e sembra che la situazione stia effettivamente migliorando)

Rinnovo i miei ringraziamenti per la sua gentile risposta
[#3] dopo  
Dr. Gino Alessandro Scalese
52% attività
12% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Le erezioni notturne compresa l'ultima mattutina sono sempre presenti e avvengono nella fase REM, motivo per il quale non possiamo averne contezza se non in seguito ad una improvvisa superficializzazione del sonno che è più probabile nelle ore mattutine.