Utente 334XXX
Buonasera gentili dottori
espongo brevemente il mio caso che mi provoca alcuni disagi. Circa un anno fa sono stato operato con una frenuloplastica e circoncisione di un anello fimotico, a seguito di una visita urologica effettuata a causa della difficoltà a scoprire il glande soprattutto in erenzione ( molto difficoltosa la retrazione del prepuzio che non scendeva oltre la metà del glande e non riusciva a salire da solo), e una forte sensibilità allo stesso glande al contatto. L'esito della visita è stato frenulo breve e restringimento di una parte del prepuzio. Dopo l'operazione,a guarigione avvenuta, il glande riesce a scoprirsi molto facilmente e la pelle del prepuzio scende sotto il glande per alcuni centimetri e risale tranquillamente. L'unico problema riguarda la differenza di percezioni tra il prima e il dopo a cui non riesco ad abituarmi. Prima dell'intervento, sia nella masturbazione che nei rapporti sessuali ( usando sempre il profilattico) senza scoprire mai il glande, provavo molto piacere nella stimolazione e nel contatto della parte in corrispondenza del frenulo sotto il prepuzio, il che mi portava ad essere anche abbastanza veloce nell'eiaculazione, pur non soffrendo di eiaculazione precoce. Ora percepisco in quella zona una minore sensibilità al contatto e allo sfregamento che mi stanno provocando alcuni disagi a livello psicologico che si ripercuotono nel modo di vivere la sessualità. Ho notato che nella masturbazione il tempo per raggiungere l'orgasmo e la eiaculazione è molto lungo e la stimolazione deve essere molto intensa, nei rapporti invece ho qualche problema nel mantenere l'erezione proprio perche non percepisco le sensazioni forti di prima. Vorrei sapere se nel tempo questa differente percezione si attenuerà consentendomi di abituarmi al nuovo assetto sensorio, oppure sarà difficile, proprio a causa degli effetti organici della frenuloplastica, uscire da questo disagio conseguente alla diversa percezione degli stimoli.




















Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
e coi rapportoi sessuali poenetrativi come vanno le cose? La masturbazione non fa gran testo.
Da valutare oltre al resto la possibilità di alterazioni emotive che possono alterare la percezione.
In poche parole, in genere difficile dirlo, ma da valutare assai bene la sua sessualità.
[#2] dopo  
Utente 334XXX

Iscritto dal 2014
prima dell'intervento i rapporti penetrativi andavano bene e avevo una vita sessuale anche intensa, dopo l'intervento non ho potuto sperimentare molto, un paio di volte, nei quali per timore di perdere l'erezione e percependo un'alterata sensibilità mi sono fermato. Ora non so se il mio problema è solo emotivo oppure c'è effettivamente una base fisica, per questo richiedo qualche delucidazione in più circa l'intervento della frenuloplastica, in particolare se effettivamente la sensibilità risulta diminuita con un intervento del genere. Se fosse solo un problema emotivo ne sarei francamente risollevato
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
la sensibiltà può diminuir, ma a tali livelli non mi risulta possibile solo con chirurgia. Senta il collega operatore, ma è probabile la sovrapposisizione di fattori emotivi.
[#4] dopo  
Utente 334XXX

Iscritto dal 2014
La ringrazio per la risposta puntuale, vorrei solo chiedere se questa differenza di percezione potrebbe essere imputata al fatto di
essere in una situazione anomala prima dell'intervento avendo un frenulo breve che causava forse un eccesso di sensibilità localizzata
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Forse, ma una diminuzione del genere non è contemplata ne nella mia esperienza ne in letteratura.