Utente 378XXX
Egregi dottori,
Ho 50 anni , sono circonciso ed in pratica da sempre ho difficoltà ad eiaculare nel corso dei normali rapporti sessuali sia con mia moglie che con altre partner che ho avuto.
In masturbazione non soffro di questo problema.
Sono a conoscenza che la cosa ha dei risvolti psicologici ma non sono intenzionato ad intraprendere lunghi e complessi percorsi che a mio avviso non danno garanzia di risoluzione della problematica.
Pertanto ho sempre convissuto con questa problematica che col tempo è diventata per me meno invalidante.
Nei mesi scorsi però ho letto in un forum americano un consulto in cui veniva consigliato l'uso giornaliero per un mese di un noto farmaco a base di uno steroide androgeno sintetico che è venduto in compresse da 50 mg (voglio omettere il nome per evitare emulazioni).
Ebbene , usando questo farmaco, assolutamente off label per quanto da me lamentato, ho risolto il mio,problema e devo stare attento al dosaggio per evitare addirittura il problema opposto di ep. Aggiungo che il piacere è molto intenso e sono molto soddisfatto.
So però che non posso usare questo rimedio per sempre e chiedo se esistono rimedi alternativi ma sopratutto se la risoluzione del problema con questo farmaco ci possa dare informazioni sulll'origine del disturbo ( leggo di eccessiva sensibilità dei recettori deglii estrogeni ad esempio)
Grazie in anticipo per i Vs pareri.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
è naturalmente appropriato che lei si sottoponga a una valutazione andrologica completa, che includa cioè anche una definizione del suo assetto endocrino.
La situazione che ci espone potrebbe rappresentare:
-o un effettivo problema ormonale, che però meriterebbe di essere inquadrato per una possibile soluzione definitiva,
-o un effetto "placebo" dato dall'assunzione di una sostanza che si ritine abbia effetto per il proprio problema. In tal caso la assunzione impropria di farmaco potrebbe avere effetti negativi sulla salute (infertilità, riduzione del volume testicolare).
Ci faccia sapere i risultati della sua valutazione andrologica.
[#2] dopo  
Utente 378XXX

Iscritto dal 2015
Dott. Pescatori la ringrazio per la pronta risposta.
Ho recentemente efettuato delle analisi ormonali su consiglio di uno specialista e ne riporto gli esiti

Testosterone 690 range 280-840
Estradiolo 25. Range 12 -50
Shbg 32
Psa 0.7

Lei crede ci siano altre cosa da indagare?
Posso a suo,avviso continuare l'uso del farmaco di cui sopra considerando che a 50 -anni non prevedo di aver figli e che il volume tesiticolare potrebbe essere sacrificato in favore di rapporti più soddisfacenti?


[#3] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Il mio suggerimento rimane lo stesso: sottoporsi ad una valutazione andrologica diretta ed evitare il fai-da-te
[#4] dopo  
Utente 378XXX

Iscritto dal 2015
Dottore , io da un andrologo ci sono gia stato e mi ha rapidamente liquidato dicendomi che le analisi erano ok e che il problema era dovuto alla circoncisione.
Volevo chiedere una ultima cosa. Un eventuale problema recettoriale sarebbe indagabile?