Utente 384XXX
Il 5 giugno ha iniziato a manifestarsi un gonfiore al prepuzio, di colore rossastro, con bruciore. Il pronto soccorso diagnosticava una balanite da contatto, prescrivendomi impacchi di bicarbonato. Passando i giorni il gonfiore si è esteso anche in altre zone del prepuzio, linfonodi ingrossati nella zona inguinale, ed un piccolo nodulo, come un chicco di riso, sotto al prepuzio. L'uroandrologo diagnosticava in data 20 giugno una intensa balanopostite, prescrivendo sciacqui con betadine e crema Canesten, per i primi due giorni. Non migliorando, mi veniva prescritto, sempre dallo specialista, l'Aureocort in luogo del Canesten. Oggi la situazione è migliorata, il gonfiore è diminuito su quasi tutto il prepuzio, tranne nella zona inizialmente colpita, ancora gonfia. Da ieri, 26 giugno, si ė aggiunta anche la febbre, 38 gradi ascellare. Nel contempo eseguivo i test Hiv ed epatite, entrambi negativi. Il test della sifilide, invece, dava un primo esito positivo, ma sono in corso in questi giorni le verifiche di conferma.
Preciso di non aver notato i sintomi propri della sifilide, nè l'ulcera della fase primaria della malattia nè le macchie ed eruzioni caratteristiche della seconda fase.
Chiedo gentilmente se vi sia un collegamento tra la balanopostite che mi è stata diagnosticata e la sifilide (di cui attendo, con molta ansia, l'esito certo del test).

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

da tutto quello che ci scrive, difficile fare qualsiasi collegamento.

Bene attendere i test specifici in corso .

Fatto il tutto ci riaggiorni, se lo desidera.

Un cordiale saluto.

[#2] dopo  
Utente 384XXX

Iscritto dal 2015
Gentilissimo Dottore,

innanzitutto ringrazio per la risposta.
Nel frattempo oggi mi sono stati consegnati i risultati del test sulla sifilide.
Escluso ogni collegamento con la balanopostite che mi é stata recentemente diagnosticata.

Riporto i dati clinici del test della sifilide.

SIEROLOGIA.

Ab anti Treponema pallidum IgG+IgM: presenti
T.P.H.A. Ab anti treponema p.: presenti 1:320
RPR - VDRL modificata: negativo

Western Blot treponema p. IgG + IgM
IgG Banda 47: assente
IgG Banda 44: presente: forte intensità
IgG Banda 17: assente
IgG Banda 15: assente
IgM Banda 47: presente : forte intensità
IgM Banda 44: presente: forte intensità
IgM Banda 17: assente
IgM Banda 15: assente

Giudizio diagnostico.
Quadro sierologico di non semplice interpretazione. Il test di screening e il TPHA positivi, con RPR negativa depongono per una infezione pregressa. La presenza di due Bande IgM positive al test di conferma in WB non indica necessariamente la presenza di una infezione attiva in corso. In caso di dubbio clinico si consiglia di ripetere l'indagine dopo quattro settimane per una corretta valutazione dell'andamento anticorpale.

Preso atto di un tanto, domani anche la mia compagna (da tre anni) effettuerà il test.

1) Ho chiesto, da subito, al personale sanitario, quale fosse lo stadio attuale della malattia, primario, secondario oppure terziario. Non mi è stata data alcuna indicazione a riguardo.
Chiedo Vs. gentile parere sul punto sulla base dei risultati succitati.

2) Inoltre, vorrei precisare, che circa 5 anni fa, mi veniva riscontrata Borreliosi per presunta puntura di zecca. A suo tempo curata con antibiotici. Chiedo cortesemente se il risultato positivo ottenuto possa essere stato determinato dalla Borreliosi succitata.

Ringrazio sentitamente.




[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

pone questioni infettivologiche specifiche che richiedono ora il parere esperto di un bravo infettivologo; a questo proposito, alla luce dei test già fatti potrebbe essere corretto riformulare le domande, qui inviate, ai nostri esperti di Malattie Infettive.

Ancora un cordiale saluto.