Utente 228XXX
Buonasera,



scrivo per il mio compagno di 29 anni.

Ha effettuato uno spermiogramma in un laboratorio privato perché stiamo cercando una gravidanza. Preciso che i giorni di astinenza dai rapporti erano 10, tuttavia il mio compagno ha avuto un’eiaculazione notturna nel sonno 1 giorno prima di effettuare l’esame (sostiene però di essersene accorto “nel mentre” e di aver quindi eiaculato una quantità davvero minima).

A distanza di due giorni, il laboratorio ci ha telefonato consigliandoci di ripetere l’esame in quanto per un ragazzo di 29 anni vi erano davvero troppi spermatozoi morti, ed è sembrato loro strano. Hanno aggiunto che dal risultato sembrava che non si fosse astenuto dall’eiaculare da almeno 3 giorni.

Gli spermatozoi morti credo, a mio avviso, si spiegherebbero logicamnete con l’astinenza dei 10 giorni (abbiamo saputo solo dopo aver effettuato l’esame e tramite medico di famiglia che un numero di giorni superiori a 5 è a sua volta troppo alto), ma com’ è possibile che il laboratorio sostenga al contrario che questo risultato sia causato da un’astinenza minore di 3 giorni?

Vi è secondo voi speranza che ripetendo l’esame con un intervallo di giorni corretto l’esito sia questa volta migliore?
Vi sono altre indagini che può eseguire il mio compagno?

Aggiungo che all’età di sette anni è stato operato perché i testicoli non erano scesi.
Sono solo due mesi che abbiamo rapporti liberi.

Vi ringrazio molto
Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Utente,il consiglio di eseguire uno spermiogramma con un'astinenza di 3-5 gg. dall'ultima eiaculazione serve a garantire una concentrazione media di spermatozoi riproducibile per tutti i casi.L'eiaculazione é il frutto di un progressivo e montante aumento della pressione eiaculatoria che si arricchisce progressivamente con le varie secrezioni,per cui anche una minima eiaculazione può falsare i dati da valutare.Faccia ripetere l'esame e,principalmente,lo faccia valutare ad un esperto andrologo,bypassando il giudizio dei tecnici del laboratorio e di coloro i quali non hanno un'esperienza specifica nel campo della fisiopatologia della riproduzione. Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 228XXX

Iscritto dal 2011
La ringrazio della velocissima risposta dottore. Ripeteremo sicuramente l esame . Se possiamo la teniamo aggiornata.

saluti
[#3] dopo  
Utente 228XXX

Iscritto dal 2011
-Gent.mmo Dott. Izzo, ma è possibile che un intervallo di astinenza inferiore ai 3 giorni abbia fatto si gli spermatozoi risultassero morti?
-Non si dovrebbero avere per logica (chiedo perché sono totalmente ignorante in materia) spermatozoi morti se l intervallo è più lungo dei 5 gg?
- morti non vuol comunque dire che non ci sono magari a livello testicolare vivi, giusto?
La ringrazio molto
[#4] dopo  
Utente 228XXX

Iscritto dal 2011
Gent.mmo Dott. Izzo, ma è possibile che un intervallo inferiore ai 3 giorni abbia fatto si gli spermatozoi risultassero morti? Non si dovrebbero avere per logica (chiedo perché sono totalmente ignorante in materia) spermatozoi morti se l intervallo è più lungo dei 5 gg?

La ringrazio molto