Utente 345XXX
Gentili Dottori,
tempo fa su una trasmissione radiofonica si parlava della prostata e dicevano che per mantenerla in buona salute, fino anche al punto di prevenire il tumore, era (è) buona cosa essere molto attivi sessualmente fino ad almeno 21 eiaculazioni al mese.
Ieri sera però nella famosa trasmissione televisiva superquark su un servizio sulla prostata non hanno invece fatto nemmeno il minimo accenno sul fatto che le eiaculazioni sono benefiche per la salute della ghiandola ne tanto meno come prevenzione tumorale.
Vorrei allora chiedere: le (almeno) 21 eiaculazioni mensili come prevenzione sono solo una leggenda metropolitana o meno?
Ipotizzando un uomo eiaculi sono 3 volte al mese le probabilità e i rischi che questo sviluppi dei problemi/malattie alla prostata aumentano considerevolmente?
Grazie per le delucidazioni e cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Patrizio Vicini
44% attività
16% attualità
16% socialità
GROTTAFERRATA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Caro lettore,
credo di sia stato un malinteso da parte sua, le eiaculazioni possono ridurre la congestione prostatica, nulla a che fare con prevenzione tumorale.
E' ormai noto da tempo che al di sopra dei 45 anni è utile proprio a scopo di prevenzione effettuare una visita andrologica o urologica con dosaggio del PSA.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
le 21 eiaculazioni non so da dove saltano fuori, certo che la prevenzione del ca prostatico richiede:
moto
thè verde
dieta mediterranea
no fumo
sesso.
I calcoli che lei chiede non sono stati fatti.,