Utente 282XXX
salve vorrei un consulto sulle ultime analisi effettuate ho eseguito un check up generale del sangue e in più gli esami della tiroide sono tutti nella norma tranne il colesterolo posto una parte degli esami
colesterolo totale 242
colesterolo ldl dosato 158 colesterolo
hdl 58
bilirubina totale 1,00
bilirubina diretta 0,19
tutti gli altri valori sono nella norma compreso emocromo
voglio postare anche i valori delle ultime analisi fatte giusto un anno fà
colesterolo totale 265
colesterolo ldl dosato 163
colesterolo hdl 58
bilirubina totale 1,24(alta)
bilirubina diretta 0,22(alta)
non voglio prolungarmi molto quindi vi scrivo le cose che secondo me sono più importanti,ho 36 anni sono circa 2 anni che faccio una vita molto sedentaria e sono sempre sotto stress per motivi familiari,sono alto 1,75 peso 80 kg,soffro di gastrite ipersecretiva,soffro di pressione alta la minima è sempre sui 100 la sistolica non supera mai i 120,assumo mezza compressa di lovibon 5 mg al mattino e verso il pomeriggio la diastolica si assesta sui 90,anche se sono in sovrappeso è circa un anno che ho limitato il consumo di carne uova salumi e alcool si può dire che li ho quasi eliminati,(mio padre è morto per un tumore al pancreas quindi ho voluto eliminare questi alimenti)però ho diciamo un "brutto vizio" la mattina bevo mezzo litro di latte parzialmente scremato fresco in più 4-5 anche 6 caffè... volevo sapere se tutto questo latte e caffè che bevo può essere la causa di questi valori,da domani eliminerò latte e caffè e lo sostituirò con un the alla pesca o anche il the potrebbe far aumentare il colesterolo?secondo voi dovrei avviare una terapia farmacologica o insistere sull'alimentazione e ovviamente su meno sedentarietà?
anche i miei genitori soffrivano di colesterolo alto.
non ho mai avuto malattie importanti è ho fatto sport dall'età di 8 anni fino ai 25 anni pugilato agonistico e sono sempre stato bene.
saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
lei ha molti fattori si rischio cardio - cerebro -vascolare, ed il principale non è l'ipercolesterolemia.

Lei conduce uno stile di vita sederntario, ha una verosimile dislipidemia poligenica, dice di essere in sovrappeso, quindi aggiorni il suo account MI+, ha una ipertensione apparentemente poco controllata, fa vita sedentaria e si preoccupa di una modesta iperbilirubinemia diretta/totale, di nessun significato patologico.

Il latte può sostituirlo con quello scremato, se già non lo assume; 5 caffè al giorno non sono il fattore causale della Sua ipercolestrolemia.

Cominci a correggere queste errate abitudini di vita: un congruo consumo di carne e uova, nel contesto di una dieta ipocalorica, non la espone a nessun rischio di cr pancreatico.

Fossi in Lei per due mesi adotterei un cambiamento di stile di vita e di dieta, magari rivolgendosi a un MEDICO nutrizionista serio per una dritta sulla dieta.

L'attività fisica è molto importante ma sotto forma di paseggiate, gite in bicicletta fermandosi quando sia stanco, uso limitato dell'automobile.

A settembre potremo rivalutare tutto il quadro clinico e nel caso considerare la necessità di una terapia farmacologica con statine.

A conclusione del consulto, la invito a non praticare più il pugilato: uno degli sport medicalmente più stupidi, pericolosi e inutili.

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 282XXX

Iscritto dal 2012
dottore la ringrazio per avermi risposto,purtroppo se assumo una compressa intera di lovibon la pressione scende ma scendono anche i battiti quindi ho un effetto sia negativo che positivo,secondo lei scendendo di peso cioè eliminare circa 10 kg e fare un pò di sport magari un pò di corsa potrei risolvere il problema invece di assumere statine?
per quanto riguarda il pugilato mi dispiace ma la debbo contraddire secondo me è uno sport completo e durissimo quando lo praticavo stavo sempre benissimo le mie analisi erano perfette oltre a questo tiene a bada la rabbia che c'è in tutti noi,comunque non ho nessuna intenzione di ritornare a fare pugilato mi sono appena operato di settoplastica,secondo lei per la pressione cosa dovrei assumere?ho provato il norvasc ma non si abbassava per niente solo con il lovibon riesco a tenerla sui 90 la minima,potrebbe gentilmente spiegarmi perchè la massima è sempre 120 invece la minima è 100?non dovrebbe essere a questo punto anche la massima un pò più alta?
cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
che cosa vuole che le dica?
La sua opinione sul pugilato è appunto una sua opinione senza alcun riscontro scientifico. Ma la salute e sua e faccia come vuole.

Il Lobivon è un beta bloccante ad attività molto ipotensivante: probabilmente non è il farmaco adatto a lei.
Pertanto si consulti con il curante che la indirizzerà verso la scelta dell'antiipertensivo più adatto alla sua situazione. Non esistono solo il Lobivon e il Norvasc.

In quanto al colesterolo le ho già risposto nel primo consulto.

Buona giornata!
[#4] dopo  
Utente 282XXX

Iscritto dal 2012
la ringrazio dottore per la sua risposta allora cambierò cardiologo perchè lui insiste con il lovibon tra 1 e mezza compressa e poi tenere sotto controllo durante la giornata la pressione,il mio medico di famiglia invece conosce purtroppo solo il norvasc,sò che la pressione diastolica se non curata mi porterà dii sicuro a problemi cardiocircolatori gravi,ho da oggi iniziato ad evitare i cibi più grassi e aumentare le dosi di frutta e verdura per abbassareil peso, ho contattato un bravo nutrizionista ma è già in ferie,la vita sedentaria purtroppo non è stata proprio una mia scelta ma derivata da altri problemi infatti adesso riesco a muovermi di più a fare più cose nella giornata,vorrei spero di risolvere il problema della pressione entro metà settembre perchè dovrò iniziare un nuovo lavoro abbastanza impegnativo e pesante,potrebbe gentilmente indicarmi secondo lei la medicina adatta più al mio caso per far scendere la diastolica?sò che non potete scrivere per correttezza i nomi del medicinali ma se potrebbe scrivere il principio attivo così posso farlo presente al mio medico di famiglia aspettando la visita da un nuovo cardiologo
cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
caro signore,
curare una Ipertensione Arteriosa richiede solo un minimo di pratica e di volontà di svolgere il proprio lavoro, oltre allo sforzo di andare in ASL a ritirare lo stipendio della convenzione SSN!

I sartani a dosaggi adeguati potrebbero essere indicati come sostituti del lobivon.
Ma tenga presente che hanno una latenza di azione di tre o 4 settimane.

Anche gli ACE inibitori se sono tollerati: sono più rapidi e agiscono più a monte dei sartani .
Ma anche in tal caso si porrebbe il problema della titolazione del farmaco in base alla risposta del paziente che non è mai automatica.
Se sia necessario un beta bloccante a tutti i costi, le consiglio uno poco ipotensivante, come il metoprololo o il pindololo, che è anche meno bradicardizzante essendo dotato di ISA.

Cari saluti.
[#6] dopo  
Utente 282XXX

Iscritto dal 2012
la ringrazio dottore farò presente queste medicine al mio medico di famiglia,comunque il mio ex cardiologo perchè non ci andrò più i nostri appuntamenti erano solo privati quindi a pagamento...
volevo solo chiederle ma perchè nel mio caso si alza solo la minima a 100 e la massima è sempre sui 120?non ho patologie importanti da cosa può dipendere in generale il rialzo della sola pressione minima?
cordiali saluti
[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
l'ipertensione si presenta sotto molteplici forme.
Esiste quella sisto/diastolica, quella sistolica isolata e quella diastolica.

Lei pare affetto da una ipertensione diastolica.
A meno che una terapia mal impostata non abbia "decapitato" l'ipertensione, portando i valori sistolici in norma e lasciando inalterati quelli diastolici.

Di più via web non posso fare per lei, del che mi spiace davvero.

Buona giornata.
[#8] dopo  
Utente 282XXX

Iscritto dal 2012
la ringrazio nuovamente dottore,secondo lei il valore della diastolica non potrebbe dipendere anche dal peso eccessivo (10 kg) in più.. che ovviamente sto cercando di eliminare
saluti
[#9] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
il peso eccessivo e una pletora idro - salina provoca innalzamento sia della P.A. Max che della minima.

Lei sembra avere delle resistenze periferiche molto marcate, che con il peso c'entrano poco.
E' ovviamente necessario che dimagrisca.

Inoltre è necessario che esegua almeno un Ecocardiogramma color doppler, se non l'ha già fatto.

In quanto alla terapia per la ipertensione, non posso certo impostargliela per via telematica: i nuovi beta litici con attività vasodilatante, a dosi non placebo, o i calcio antagonisti potrebbero essere indicati magari in associazione con un sartano.

Ne parli col medico curante.

Cordialità.
[#10] dopo  
Utente 282XXX

Iscritto dal 2012
gentile dott. circa un anno fà ho eseguito un ecocardiogramma ecocolr doppler che dice:
ventricolo sinistro nei limiti della norma,normale cinesi parietale.FE :65% funzione sistodiastolica ventricolare sinistra conservata. apparati valvolari indenni,lieve rigurgito tricuspidalico. non gradienti.normale pressione polmonare
ecg basale ritmo sinusale 90/min nei limiti la fase di R.V
cosa significa tutto ciò?
grazie
saluti
[#11] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
che quando ha effettuato gli esami di cui riporta i referti, il suo cuore era perfettamente sano.

Cordiali saluti.