Utente 827XXX
Buongiorno,

Sono un ragazzo di Catania di quasi ventotto anni, da qualche mese ho dei dubbi che mi attanagliano riguardo la sieroconversione e l'hiv. Circa due anni fa ho avuto un rapporto eterosessuale con una ragazza che conoscevo da poco tempo durante il quale si è verificata la rottura del contraccettivo. Non sono capace a mente serena di capire quanto tempo sia durata la fase 'non protetta'.
In quel periodo mi trovavo in francia per lavoro, poco tempo dopo (credo non piu di tre settimane) ho accusato mal di gola ed una aftosi orale risolta con colluttorio, corti fluoral ed un blando rimedio per il mal di gola.
Dopo un periodo di circa altre due settimane ho riavuto mal di gola ed astenia.
C'è da premettere che in quel periodo le mie abitudini alimentari erano tutt'altro che normali, in quanto ingurgitavo enormi quantitativi di carne e seguivo una alimentazione del tutto irregolare, va anche detto che il clima francese (area di montagna) era totalmente diverso dal clima mite e con basse escursioni termiche al quale ero abituato.
Di seguito per circa un mese ho avvertito dolori ai dorsi delle mani quasi di tipo reumatico.
A sei mesi dall'evento ho percepito una ghiandola palpabile nella mandibola, andato dal medico per un consulto m'ha detto che le mie tonsille erano gonfie (era agosto) e che dovevo fare una cura a base di antibiotici. Tonsille e ghiandola sono rimasti pressochè uguali. E mea culpa ho trascurato la cosa in quanto non avevo altri fastidi.
L'agosto successivo (questo) ho chiesto un nuovo consulto medico, il mio mg di famiglia mi ha prescritto delle analisi molto dettagliate comprensive di tas ves e tampone tonsillare, tutto nella norma e nessun problema di sorta se non un po di colesterolo e transaminasi alti per i quali mi sono affidato ad un nutrizionista.
Da circa una settimana, in corrispondenza del cambio di clima (in questo periodo sono a milano) ho cominciato ad avvertire dei fastidi alla bocca. ho preso a fare sciaqui con il colluttorio, la sensazione di fastidio sembra cambiare posizione. nelle aree infastidite sento come un sapore leggermente metallico quando passo la lingua ed inoltre percepisco delle piccole ghiandolette ingrossate nell'area sottostante il labbro inferiore quando passo la lingua.
Ho fatto un po di ricerche su internet, forse erroneamente, e dall'oggetto della richiesta ben capirete quali sono i miei dubbi.
Ho condiviso le mie paure con il medico di famiglia, che si è dimostrato al quanto scettico, in quanto un quadro clinico come quello che si è prospettato ad agosto sarebbe anomalo per una persona sieropositiva da due anni, il livello dei linfociti, tas e ves nella norma etc etc...
Alla mia affermazione ma l'hiv non si vede nelle analisi normali (io ho fatto la mia ultima donazione di sangue poco piu di due anni fa ed ero sieronegativo) dovrei fare il test hiv.
Lui ha risposto io se vuoi il test appena torni a ct te lo prescrivo ma devi stare tranquillo perchè è vero che non si vede nelle normali analisi del sangue ma qualcosa di anomalo dopo due anni dovresti vederlo mentre i tuoi globuli bianchi (sia monociti che linfociti) sono di poco sotto la soglia piu alta e la ves che è un indicatore chiave è bassa.

Sento però bisogno di un secondo parere in merito alla questione, in quanto essendo il medico di famiglia anche diventato amico di famiglia potrebbe verificarsi un evento di rifiuto dovuto all'affetto di una persona che ti ha visto crescere e magari portare a degli errori in buona fede.

Giusto per concludere il quadro, sono sovrappeso fumo molto e faccio un lavoro molto stressante, da circa un mese faccio palestra seguo una alimentazione rigorosa prescrittami dopo visita da uno studio medico specializzato, ho perso diversi chili e riesco senza alcun problema ad allenarmi.

Cio che piu mi lascia perplesso sono le tonsille gonfie da due anni (senza alcun fastidio) e la ghiandoletta palpabile nella mandibola... mi chiedo il perchè e non riesco a spiegarmelo...

So di essere stato lungo ma reputo necessario scendere nel dettaglio se si vuole avere un quadro completo.
[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Sono d'accordo con il suo medico; forse dovrebbe pensare , magari, a fumare di meno. Riguardo la ghiandoletta ricordi che i linfonodi possono ingarndirsi per i più svariati motivi anche un banale mal di denti
[#2] dopo  
Utente 827XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio moltissimo per il suo intervento, anche se di poche parole mi ha molto rasserenato.

Cordialità