Utente 389XXX
Buongiorno, da circa una settimana ho presentato dolori anali spontanei e associati alla defecazione. Pensando a un problema emorroidario non ci ho dato tanto peso. Successivamente ho notato la presenza di muco giallastro sulle feci e sulla carta igienica. Per cui un amico mi ha prescritto Ciproxin 500 mg due volte al giorno per 3 giorni, supponendo una gonorrea. Non ho sintomi urinari. Un mio partner sessuale ha avuto una uretrite trattata efficacemente con Monuril. la cura che sto facendo è efficace? Dopo quanto tempo vedrò dei miglioramenti? Dopo un giorno di antibiotico la situazione va già molto meglio ma una certa dolenzie c'è ancora e anche un po di muco..ma immagino sia presto.
Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
è stato fatto un tampone, un esame microscopico?
l'amico prescrittore di atb è un medico? La terapia non appare immediatamente congrua.
Ci informi.
cordialità
[#2] dopo  
Utente 389XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio della risposta, dottore. No non è stato fatto un esame diagnostico. Diciamo che è una terapia empirica. D'altra parte io sono allergico alle penicilline.. In ogni caso la situazione è molto migliorata, non noto più muco nè presenza di secrezioni purulente.. Ho al momento solo un leggero fastidio alla sera in posizione supina. L'amico è medico anche se non è specialista in queste materia.
Mi aveva consigliato di fare degli esami prima ma io stavo troppo male..colpa mia..questo vorrebbe dire che potrebbero ripresentarsi i sintomi dopo la fine dell'antibiotico? Che potrei avere delle complicanze?
Grazie ancora.
[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Gent.le pz
Sarà comunque meglio effettuare una visita venereologica per vari motivi.
-la gonorrea è spesso associata ad altre malattie , es la lue, ma anche banalmente condiLomatose ed altro.
-La terapia, non di prima scelta e breve , potrebbe non essere stata sufficiente per una eradicazione, ma avrebbe inoltre potuto provocare un decorso subclinico di altre malattie trasmesse insieme, coesistenti .
Es, la c.d. luE acefala.
-la blenorragia (gonorrea) può dare complicanze , anche a distanza e gravi. Non va sottovalutata e liquidata senza diagnostica.
Magari poi non era realmente.
Oltre ai test sul materiale ci sono test indiretti ematici, meno precisi , ma tutt 'ora eseguibili.
Consiglio caldamente di non trascurare queste malattie.
Cordialità
[#4] dopo  
Utente 389XXX

Iscritto dal 2015
Quindi per quanto tempo dovrei continuare l'antibiotico?
Se non era gonorrea cosa potrebbe esser stato? Sinceramente non ho avuto comportamenti "a rischio" se devo esser sincero.. Il preservativo dovrebbe efficacemente prevenire queste malattie no?
[#5] dopo  
Utente 389XXX

Iscritto dal 2015
Aggiorno per completezza: sono stato in un ambulatorio MTS e ho fatto un tampone anale e esame urine: positivo il tampone per DNA di neisseria gonhorroeae. Mi han fatto quindi ceftriazone 500 mg IM e per i due giorni consecutivi Azitrimicina 500 x2/die. Non ho più avuto quindi nessun disturbo.
Dopo una settimana dal trattamento ho avuto un rapporto e ho provato un po di dolore..ed ho un po di mal di pancia ora.. Devo preoccuparmi? Ho aspettato troppo poco? O la cura non ha avuto effetto?