Utente 384XXX
Salve! Sono un ragazzo di 25 anni che da diversi mesi soffre di alcuni sintomi legati alla sfera sessuale, a volte sfumati, altre volte più marcati. Premetto che già a fine giugno avevo inserito una richiesta di consulto in dermatologia per i seguenti sintomi: dolorino (tipo pizzicore) sovrapubico leggermente a sinistra, abbinato a leggera difficoltà nella minzione, che fa più fatica ad uscire, gocciolamento post-minzionale, sensazione di non aver svuotato tutta la vescica, colore ed odore dell'urina inalterati, lieve arrossamento circoscritto al meato uretrale, che risulta più sensibile e fastidioso. Questa situazione marcata è durata circa 1 settimana e si è praticamente attenuata da sola (il medico di base mi ha fatto fare l'urocoltura, con esito negativo, prescrivendomi solo una crema antimicotica per il rossore al meato). Tuttavia ora noto sintomi più sfumati che vanno e vengono, non dal punto di vista urologico, in quanto la minzione è normale e la vescica non duole, piuttosto più da quello andrologico: dolorini/fastidi al tatto lungo l'asta ed alla base del pene nel collegamento con lo scroto, a destra o a sinistra, che a volte proseguono più verso la zona perineale con delle piccole fitte istantanee, rossore al meato uretrale che a volte si propaga a piccole macchie anche sul glande. Tutto questo si presenta in particolare dopo la masturbazione, a volte anche prima dell'eiaculazione, che in alcuni casi risulta non totalmente piacevole, piuttosto fastidiosa e più forzata diciamo. Aggiungo infine che sono una persona che soffre un po' d'ansia. Potrebbero essere segni di una prostatite questi?
Grazie, attendo una risposta!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
prostatite forse: 5 tipi ognuno con terapia, uretrite anche 3 tipi per lo meno: fra cui problemi psicosomatici. Utile farsi vedere dal vivo.
[#2] dopo  
Utente 384XXX

Iscritto dal 2015
Innanzitutto grazie della risposta! Quindi lei potrebbe considerare possibile anche un'uretrite nonostante i problemi minzionali mi siano scomparsi da soli? Perchè i sintomi rimasti sono sostanzialmente legati alla masturbazione, con dolorini lungo il pene ed alla sua base, rossore al meato uretrale e a volte un'eiaculazione un po' forzata diciamo. Se però mi astengo dalla masturbazione per diversi giorni il quadro si risolve. Preciso tuttavia che non per questo il quadro si ripresenta per forza ogni volta che mi masturbo di nuovo, a volte sì altre volte no, a volte più marcatamente, altre volte lievemente.
Attendo una risposta, grazie ancora!
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Permago della idea che è difficle da qua distingure uretrite da prostatite, e ritengo necessaria visita dal vivo, ma credo che con un po di buona grazia masturbatoria qualkche giovamento potrebbe pure avvenire