Utente 393XXX
Salve
qualche giorno fa sono ricorsa all'interruzione volontaria di gravidanza con RU-486. Premetto che la decisione è stata molto sofferta, indotta da fattori esterni quali la precarietà lavorativa mia e del mio compagno. A dire la verità io non ero convinta fino in fondo di abortire, a differenza del mio compagno, per questo ho esitato fino all'ultimo secondo nell'assunzione delle prime tre pillole ma l'idea di dovermi sottoporre ad un intervento chirurgico in caso di successiva decisione di abortire mi spaventava troppo (la pillola può essere assunta fino a 49 giorni di età gestazionale). Ad oggi mi sento molto avvilita e depressa. alterno crisi di pianto a forte nervosismo che sto scaricando principalmente sul mio compagno. Inoltre ho paura che in questo modo possa mettere a repentaglio il già precario lavoro che ho. Fortunatamente e sfortunatamente, ieri il mio compagno è stato chiamato per un nuovo lavoro, sembrerebbe più stabile di quello attuale. Chiaramente non c'è nulla di certo e le cose potrebbero andare per le lunghe, tuttavia vorrei chiedere, qualora la mia situazione economica dovesse cambiare veramente, quali sono le controindicazioni per la ricerca di una nuova gravidanza? Il mifepristone ha effetti sulle gravidanze successive? Se dovessi cercare una gravidanza prima del capoparto quali rischi correrei?. Credo che solo l'idea di una nuova gravidanza possa farmi uscire dal buio nel quale sono caduta. Grazie in anticipo a chi voglia rispondermi.
[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Nessun problema per una futura gravidanza , anche a poca distanza di tempo , l' RU486 (mifepristone ) , viene smaltito subito dopo la sua azione antiprogestinica.
Sono un Medico non obiettore è ho seguito donne che hanno portato gravidanze a termine dopo l'aborto farmacologico , senza alcun problema.
SALUTI e in bocca al lupo!
[#2] dopo  
Utente 393XXX

Iscritto dal 2015
Gentile dottore

grazie mille per la sua risposta che mi rincuora moltissimo. Da quanto lei scrive sembrerebbe che neanche la prostaglandine (misoprostolo), assunta per via orale e prevista nel protocollo dell'aborto farmacologico, abbia effetti sulla successiva gravidanza, è corretto?
Grazie mille ancora
Cari Saluti
[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
correttissimo, il problema sorge soltanto nei casi di assunzione di misoprostolo con gravidanza che non si interrompe e viene portata a termine .
Soltanto in questi casi si potrebbero avere malformazioni fetali .
NON è il suo caso.
[#4] dopo  
Utente 393XXX

Iscritto dal 2015
Gentile dottore

grazie ancora, ho un'ultima domanda: nella sua esperienza quante donne che hanno abortito farmacologicamente hanno avuto parto pre-termine e problemi di placenta previa?
Cari Saluti
[#5] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
NESSUNA, nessuna correlazione, nei vari studi clinici.
La ru486 agisce sui recettori è un antiprogesterone