Utente 369XXX
Salve gentilissimi, pongo un quesito semplice premettendo che andrò a eseguire una visita dermatologica al più presto per togliermi ogni dubbio, volevo però prima chiedere un parere anche qui su internet.

Ormai da diverso tempo ho riconosciuto un generale e progressivo diradamento dei capelli, non li ho mai avuti particolarmente spessi e folti, ma adesso meno che mai. (Ho 22 anni)

Per pura curiosità, leggendo che il principale segno dell'alopecia androgenetica è la diminuzione dello SPESSORE dei capelli, ho preso un capello dalla zona temporale della testa, poco frontalmente all'orecchio (zona che da quel che leggo in letteratura non viene praticamente mai colpita) e un capello esattamente sopra la fronte, li ho messi a confronto con una foto ad alto zoom.
Vi allego la foto, chiedendo se la differenza che noterete è segno sicuro di alopecia.

http://s29.postimg.org/mi82vfpw7/Capelli.jpg

il capello di finistra è quello prelevato vicino all'orecchio.
Grazie in anticipo

Aggiungo che per quanto lo considererete ridicolo e poco accurato, ho eseguito sei semplici calcoli per trovare APPROSSIMATIVAMENTE lo spessore di entrambi, sapendo che sullo sfondo ho dei quadri di 4mm, lo spessore di destra e sinistra si approssima relativamente a 0,08mm e 0,05mm

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
:-)
La valenza statistica di tutto ciò purtroppo è uguale a zero. Per vari motivi. Anche in caso di miniaturizzazione marcata da alopecia androgenetica alcuni follicoli fanno peli miniaturizzati ed altri invece di diametro normale nelle zone androgeni dipendenti.
Vellus e miniaturizzati si possono trovare ovunque , cambia solo la percentuale. Per un tricogramma classico bisogna prendere almeno cento capelli e nelle varie zone . Contare gli Anagen , differenziandoli dai telogen e catagen., valutare i diametri etc
Per fortuna i moderni videodermatoscopi hanno la funzione di misurazione automatica,che ci toglie un problema!
Midi spiace affossare il suo metodo diricerca .......:-)
Cordialità
[#2] dopo  
Utente 369XXX

Iscritto dal 2015
Grazie mille per la risposta, non so come ho potuto ignorare una cosa del genere, Posso per curiosità sapere, in caso lei trovasse una grande percentuale di capelli più fini, come fa a capire se quella è una situazione fisiologica (magari il soggetto è più sensibile recettorialmente su quella zona, lo è sempre stato e sempre lo sarà) o se siamo nella patologia? E inoltre come è effettuabile una prognosi?
[#3] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Per semplicità diciamo che la alopecia androgenetica é legata alla azione del DHT , derivato dal testosterone,su follicoli dotati di recettore citosolico geneticamente responsivo a questo ormone succitato. Questi follicoli si trovano nelle zone del vertice e parietali. Unavideodermatoscopia che mi testimonia una alta percentuale di miniaturizzati in queste zone , in contrasto con le altre non responsive , es nucali, unita ad es. Ad un tricogramma che mi dimostra un rapporto Anagen /telogenico alterato,e unità inoltre ll'esame obiettivo con morfologia rientrante nelle scale tipo Hamilton ed altri....mi può bastare. Non penso siano da fare ulteriori esami ,quali quello genetico , o altri come Wash-test ed altri ancora , pr arrivare a questa diagnosi.
A seconda del grado e della età potremmo discettare sul parafisiologico o patologico....ma questa rasenta la filosofia:-)
Cordialità
[#4] dopo  
Utente 369XXX

Iscritto dal 2015
Grazie per avermi tolto questa curiosità, buon proseguimento gentile dottore!