Utente cancellato
Salve sono un ragazzo di 20 anni a cui è stata diagnosticata alopecia androgenetica.la visita dal dermatologo è stata abbastanza deludente dato che mi ha visto i capelli e dopo due minuti mi ha prescritto minoxidil e un integratore. In famiglia sono tutti valvi dal lato di mio padre.Allora sono tornato dal mio medico curante xhe ha detto che se voglio posso inserire l'uso di finasteride 1mg Mezza compressa dato che la progressione è ancora lenta e riguarda solo la zona frontale. Cosa ne pensate? Inoltre quali sono gli effetti avversi che potrei avere? Queste medicine possono compromettere l'umore?
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
La visita dermotricologica deve essere accurata ,prevedere una buona diagnostica e un attento follow up.
Le possibilità terapeuticHe son tante, e in genere prevedono strategie complesse , con vari farmaci e prodotti , a seconda del problema.
La finasteride , che nella alopecia androgenetica ha la sua posologia a 1 mg pro die, é un farmaco molto usato , ma ovviamente può avere effetti collaterali , per lo più sul versante sessuale ( in una percentuale molto piccola).
Deve essere seguito dal dermatologo esperto in tricologia, anche per essere ben seguito nel tempo.
Cordialità
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)

[#2] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Precedentemente aveva attribuito la sua alopecia all'uso di depakin che ha fatto sospendere dal suo psichiatra.

Alla sua età dovrebbe riflettere sulle indicazioni alla psicoterapia che le sono state fornite direttamente piuttosto che sentire il parere di più specialisti per poi mischiare le terapie e creare continui scompensi che ogni volta attribuisce in modo errato ad altri.
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#3] dopo  
395863

dal 2015
Gent. Dott.Ruggiero non c'entra niente il depakin con l'alopecia androgenetica. La forma di caduta indotta dal depakin e' una forma di alopecia indotta da farmaco,tanto è vero che i capelli iniziano a cadera precisamente all'inizio della terapia. L'alopecia androgenetica è un altro tipo di diagnosi,appunto androgenetica. E' una diagnosi che va al di la degli effetti collaterali avuti con il farmaco ed era presente gia prima del trattamento con depakin. Il depakin ha indotto un altra forma di caduta diffusa mentre l'alopecia androgenetica avanza progressivamente; ma se lei vuole commentare ogni mio consulto anche in una sezione non di sua competenza e' libero di farlo anche se non ne riscontro l'utilità. Se voleva rispondere in base alle sue competenze e dare un aiuto ad un paziente,onorando il giuramento di Ippocrate che ha prestato tempo fa, avrebbe dovuto riferirsi ai possibili effetti di interazione che possono esserci tra finasteride e farmaci antidepressivi ma a quanto vedo preferisce rispondere sempre nella stessa maniera,forse la appassiona la mia storia. Detto ciò le porgo i miei più cordiali saluti


dott.Griselli dato che penso che entrambe sappiamo che gli unici farmaci efficaci contro l'alopecia sono il minoxidil e propecia le vorrei chiedere se la seconda potrebbe essere indicata per la mia età (20 anni) e se questa può interagire con alcuni psicofarmaci che sto prendendo.

Cordialmente

[#4] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Conosco bene la differenza tra le due tipologie di alopecia.

La sua storia non appassiona nessuno tantomeno lei stesso che continua a girare medici, carpire informazioni più o meno terapeutiche e variare i trattamenti come meglio ritiene che debba fare cercando un avallo ora da uno ora dall'altro e poi in rete.

Il suo è un atteggiamento sbagliato verso le malattie e con questo suo modo di fare tende a cronicizzarlo.

Non vuole sentire ragioni e consigli, ciò farà peggiorare la sua situazione clinica.
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it

[#5] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Gent.le pz
La inviterei a leggere le news in tricologia che ho pubblicato su questo sito ,e potrebbe considerare diversamente gli approcci terapeutici alla AGA.
Non è vero che sono solo minoxidil e finasteride,anzi. Diciamo che in Italia (in altri paesi è divrrso) vi sono solo specialità registrate per il commercio che contengono queste 2 sostanze,ma in galenico è possibile aggiungere molto altro ,dal latanoprost allo spironolattone ,ai retinoidi ,agli estrogeni locali in forma isomerica adatta ,etc.
Comunque la AGA se non si approccia a 20 anni non saprei proprio quando affrontarla!
Per le interazioni ,non probabili in senso di spiazzamenti o comunque interazioni farmacologiche,si valuta molecola per molecola specifica e non per gruppi generici.
Cordialmente
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)

[#6] dopo  
395863

dal 2015
La ringrazio dottor Griselli... io sto utilizzando da più di un mese il minovital 2%. Per ora ancora nessuna ricrescita. ...quanto tempo dovrò attendere per vedere se il farmaco è efficace o meno?

[#7] dopo  
Dr. Giampiero Griselli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
FERRARA (FE)
PORTO TOLLE (RO)
TORINO (TO)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
I preparati a base di minoxidil hanno un tempo di latenza dell 'effetto terapeutico attorno ai 3-4 mesi.
AggiungereI che nei primi due mesi é comune una caduta (moderata) da induzione, che non deve spaventare.
Ma è opportuno effettuare gli Step delfollow up al punto 0 , e poi ogni 4mesi,salvo controllo esami diagnostici o necessità estemporanee
Cordialità
Dott.Giampiero Griselli Dermovenereologo
www.dermoonline.com
Ferrara,Torino,Padova,Brescia,Porto Tolle, S.M.Maddalena (RO)