Utente 394XXX
Salve, scrivo da Napoli.
Sono nato con la tetralogia di fallot, sono stato operato nel 1991 di:
Infundibulectomia polmonare e piccola infundibulolisi. Patch di allargamento in Gore-tex sull'infundibulo polmonare. Patch di Jonescu-Shiley per la chiusura del pericardio
nel 1992: Chusura del difetto intraventricolare con patch di dacron-sauvage. Nuova infundibulectomia, infundibulisi ed infundibuloplastica con patch di gore-tex. Plastica del ramo sx dell'arteria polmonare con patch di pericardio bovino, apertura del setto e drenaggio della vena polmonare superiore dx in atrio sx mediante patch dacron-sauvage. Plastica di allargamento della vena cava superiore con patch di pericardio bovino, chiusura del pericardio con patch di gore-tex di 0,1 mm.
Nel 2010: impianto bioprotesi mitroflow 23 mm con ricostruzione dell'eflusso destro con patch a sandwich di dacron-sauvage e pericardio bovino.
Attualmento il mio ultimo ecocardiogramma dice:
Assenza di shunt interventricolare residuo. Ventricolo sx di normali dimensioni(VStd:45mm, VSTS 24mm, SIV 12mm PP 8mm), spessori parietali e funzioni di pompa. Atrio sx di normali dimensioni (35mm) Radice aortica nella norma (28mm), movimento paradosso del SIV. Ventricolo destro dilatato a livello infundibolare(37mm), ipertrofico con cinesi lievemente ridotta(TAPSE:17mm). Protesi in sede polmonare con gradiente max 40mmhg. Insufficienza polmonare di grado lieve. IT media con PaPs stimata 58mmhg.
Questo è il referto medico del 2010 e 2011, da li in poi ho fatto altri controlli dove risultava un leggero aumento del gradiente della valvola polmonare e della paps, rispettivamente fino all'anno scorso erano arrivati a 46mmhg e la paps a 62mmhg.
Ieri ho fatto l'ultimo controllo, di cui le risposte le avrò il giorno 21, da quello che ho chiesto al medico il mio gradiente valvolare è arrivato a 65 mmhg e la paps da 58mmhg è passata a 90 mmhg.
Il medico mi ha detto di dover fare altri esami, ed al momento(come dicevo) non ho memmeno il referto con i valori precisi di tutte le altre misurazioni, questo è quello che ricordo (e che sapevo di dover tenere sotto controllo dato che già erano alti); per il resto le insufficienze sono lieve alla valvola polmonare e media alla tricuspide.
Il medico mi ha anche detto che le varie pressioni sono alte ma la protesi è da sempre normo-funzionante e l'insufficienza residua è lieve.
Ci sono altre domande che volevo porgli ma lì x lì non ho avuto modo di farle, adesso a voi chiedo una sola semplice domanda:
-Se la situazione è stabile per quale motivo il gradiente continua a salire vertiginosamente?!!
Non ha senso.... la valvola presenta modesti fenomeni calcifici, come li presentava 4 anni fa, ed il medico stesso mi disse di avermi impiantato una valvola con una vita media di oltre 20 anni cosa che mi ha confermato ieri, per lui la valvola non và operata nonostante le pressioni siano alte.
ringrazio tutti,cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci
32% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
I dati che riporta non permettono in alcun modo di darle una risposta certa.

Lei come si sente? Ha riscontrato un peggioramento delle sue condizioni cliniche?

Se cosi fosse, e lei fosse d'accordo le proporrei un ricovero per approfondire la situazione, mettere dei punti fermi riguardo i gradienti e le pressioni polmonari , insomma provare ad intraprendere una strategia per migliorare il suo quadro cardiaco.

Servirebbe eseguire un test cardiopolmonare, valutare il consumo di ossigeno, associare una angiografia destra ed un ecocardiogramma con stimolo farmacologico per uno studio della funzione ventricolare destra. Sono esami diagnostici molto complessi e specifici, che potremmo completare in qualche giorno di ricovero.

Mi faccia sapere, rimango a sua disposizione.

GI