Utente 395XXX
Salve a tutti sono un ragazzo di 26 anni,faccio una normale vita ma ultimamente da 2 settimane sto riscontrando problemi di erezione,faccio fatica a tenere un'erezione che nemmeno sia completa e anche al mattino non avviene l'erezione come di consueto,oltretutto mi è anche diminuita la sensibilità del pene. premetto che non ho avuto mai prima questi problemi ma solo da 2 settimane,faccio una vita normale ultimamente ho fatto una cattiva alimentazione per via del lavoro poichè rientro solo la sera a casa. sono molto preoccupato per questo problema non sò neanche a chi rivolgermi poichè al momento sono all'estero e non ho possibilità di rientrare per un controllo dal mio medico. cosa può essere questo problema? (premetto che non ho mai avuto rapporti anche se ho 26 anni non mi vergogno di scriverlo). però adesso mi sento ancora piu male con questi problemi di erezione vi prego aiutatemi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
di solito una difficoltà di erezione che si manifesta in maniera improvvisa in una persona giovane, senza particolari fattori rischio, fa pensare ad una causa emotiva. E' naturalmente consigliabile una visita andrologica diretta per inquadrare correttamente il suo problema, senza i limiti del web. Ci faccia poi sapere
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

non è assolutamente infrequente trovare maschi che non hanno avuto rapporti sessuali ( dipende dalle situazioni locali, ambientali, familiari, personali, dal lavoro, dalle frequentazioni.....) ma, trovata la giusta partner , hanno avuto una vista sessuale assolutamente gratificante.
certo, giudicare una erezione , a distanza , non è facile. Se ci fa sapere dove sta le potremmo fare qualche nome di strutture andrologiche accessibili oppure quando ritorna a casa ci contatti
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 395XXX

Iscritto dal 2015
Buongiorno Dottori. E grazie per la risposta , la cosa che mi preoccupa è che prima al mattino avevo sempre l'elezione ma adesso non più. Ed inoltre quando mi trovo da solo alla masturbazione ho sempre gli stessi problemi, ma prima non ho mai riscontrato questo. Inoltre è come se si fosse addormentato il pene ho meno sensibilità . Comunque mi trovo a Danzica (Polonia) non so se ci siano strutture adeguate per un controllo, perché mi è difficile andare in Italia al momento .
[#4] dopo  
Utente 395XXX

Iscritto dal 2015
un'altra cosa che mi viene in mente adesso ma non sò se centra con il mio problema è che ho sempre avuto difficolta a provarci con una ragazza anche perchè sono una persona molto timida e ho anche una bassa autostima e ho anche qualche fissa sulle dimenzioni del pene,forse può essere un problema psicologico che mi blocca l'erezione? ma però non ho mai avuto prima problemi in privato da solo<, sono molto preoccupato.
[#5] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Se a casa non riesco a mangiare e non ho nessuno con cui andare a pranzo potrei "offrire" il pranzo a qualche ragazza e vedere come va. Soldi spesi bene
cari saluti
[#6] dopo  
Utente 395XXX

Iscritto dal 2015
NON è cosi semplice come sembra...sono un tipo molto timido.
[#7] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

la timidezza può essere un grosso problema ma superabile.
si compila un numero, chi risponde sa che ci potrebbe essere un timido, un "giovane imbranato" al telefono ( quasi tutti i suoi interlocutori sono così agli inizi...) e si comporterò di conseguenza....un indirizzo un orario...si va si suona al campanello, si entra e tutto diventa estremamente semplice.
E' come, magari in una città nuova, entrare in un ristorante o trattoria..-in quale vado ? ce ne sono tante? scelgo spesso a caso----apro la porta, chiedo un tavolo, mi siedo e nessuno mi deve giudicare sul mio aspetto, sul mio modo di vestire,---si avvicinerà una cameriera che mi chiederà cosa voglio mangiare e mi aiuterà a scegliere i piatti piò stuzzicanti..senza che io debba piacere alla cameriera e senza io debba dare spiegazioni del perché sono entrato nel ristorante.....avevo fame, è semplice ed ovvio!...mangio. pago il conto mi alzo e vado via. Se mi sono trovato bene ci ritorno anche spesso, se non ho gradito il cibo o il servizio quando avrò fame cercherò un diverso ristorante.
La fanciulla che risponde al telefono sa come comportarsi con i suoi clienti, sa che per alcuni è la prima volta e cerca di aiutarli a sentirsi a loro agio; fatto ed uscito quella persona non la vedrà mai più oppure se si fosse sentito a suo agio, tranquillo, se avesse avuto una ottima risposta con soddisfazione potrebbe pensare di ritornarci...si è sbloccato! Vediamo ora le ragazze non professioniste che incontro nella mia vita
cari saluti..
[#8] dopo  
Dr.ssa Valeria Randone
60% attività
20% attualità
20% socialità
CATANIA (CT)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2010
"un'altra cosa che mi viene in mente adesso ma non sò se centra con il mio problema è che ho sempre avuto difficolta a provarci con una ragazza anche perchè sono una persona molto timida e ho anche una bassa autostima e ho anche qualche fissa sulle dimenzioni del pene,forse può essere un problema psicologico che mi blocca l'erezione? "

Gentile Utente,
Aggiungo qualche riflessione a quelle dei Colleghi.

È difficile parlare di deficit erettivo senza coppia, e senza vita sessuale.
Credo che dovrebbe fare un passo indietro: la sfera affettiva/relazionale e la sua autostima.

Come si vede allo specchio?
Si piace?
Si stima?
Come e se è stato amato?
Cosa la blocca nell'essere seduttivo?

Ha paura delle donne?
Ha avuto qualche esperienza anche non coitale?
Che ricordo custodisce?
La sessualità non è ginnastica, ma correla con la sfera affettiva, emotiva, relazionale, con l'educazione ricevuta, ed ancora con l'immaginario erotico e così via...

La timidezza non è obbligatoriamente un disagio, può anche essere un valore aggiunto alla persona, oggi,in un mondo di spavaldi...l'importante che non diventi un vero blocco per la su qualità di vita.

Le allego del materiale sul d. E, anche se la sua problematica, secondo me, è altra e di conseguenza sessuologica.

http://www.medicitalia.it/minforma/psicologia/1225-deficit-erettile-problema-coppia-ruolo-partner.html
http://www.medicitalia.it/salute/disfunzione-erettile
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/1593/Mancanza-d-erezione-
http://www.medicitalia.it/valeriarandone/news/106/Dipendenza-psicologic
http://www.medicitalia.it/minforma/Psicologia/1225/Deficit-erettile-un-
[#9] dopo  
Utente 395XXX

Iscritto dal 2015
Gentili dottori grazie per le risposte, Dr.ssa Valeria Randone, in merito alla sua domanda le rispondo che non ho mai avuto alcun rapporto , ho sempre avuto poca autostima, non sono brutto anzi al contrario ogni qualvolta che vado ad un party o in un club disco vengo subito preso d'assalto da tante ragazze ma la mia timidezza mi blocca al semplice "ciao"...anzi sono migliorato col tempo rispetto ad alcuni anni fa non riuscivo nemmeno ad avvicinarmi ad una ragazza per la timidezza. Ritornando al mio problema erettivo che ho avuto da qualche settimana adesso sto passando un'iniezione alle vie urinarie e sono in cura con l'antibiotico non só se possa centrare qualcosa. Grazie ancora aspetto qualche risposta .