Utente 396XXX
Buongiorno Dottori,

Vi scrivo per la seguente ragione: non sono mai stato soddisfatto del mio pene e ho sempre ritenuto di avere dei problemi, o comunque un pene non "comune" diciamo, tuttavia se facessi delle analisi ritengo, almeno così è stato qualche anno fa, che tutto sia nella norma. Tuttavia vi elenco di seguito le mie problematiche ed in ultima battuta la motivazione finale di questo mio consulto è quello di POTERVI INVIARE DELLE FOTO un parere sulla "normalità" del mio pene oppure sul fatto che effettivamente non è comune.

Le problematiche sono le seguenti:

- CONSISTENZA erezione: anche a completa eccitazione non duro duro, ma sempre un po' pieghevole e morbido con "più debolezza" alla base dove la consistenza rimane ancor più morbida (oltre ad una maggior facilità di piegamento verso destra e il basso) (talvolta più duro di altre volte ecc, dipende dal giorno, dal momento)--> a questo mi sono dato risposta per il fatto che comunque tutto il tono del mio corpo non è duro ma abbastanza morbido e con molta pelle.
Questa consistenza in erezione è comunque il riflesso di una consistenza molto "morbida" con molta pelle e con forme e dimensioni molto variabili da molle.
- FORMA: non classica forma con curvamento all'insù bensì l'incurvamento è all'ingiù; quando è eretto non punta verso l'alto ma dritto/basso; differenze tra corpo cavernoso destro e sinistro; più lungo che largo (lunghezza sopra la media e larghezza nella media o leggermente sotto. dando dei numeri: lunghezza circa 18cm e circonferenza circa 12cm). infine il galnde è la parte più "grossa" del pene e la parte che più facilmente si ingrossa, quindi può capitare che a pene "barzotto" abbia un glande veramente grande e un corpo veramente sottile.
- EREZIONI MATTUTINE:da ragazzino le avevo quotidianamente, mentre da 7-8 anni a questa parte le ho raramente (ho 25 anni! e volevo sapere anche se può influire il fatto che mi sono fratturato due vertebre -4a e 5a dorsale- all'età di 16 anni. Dopo questo fatto ho sempre avuto una vita normale, sempre giocato a calcio ecc). Voglio precisare che fino a che andavo a scuola la mia vita era regolare con orari precisi in cui mi svegliavo il mattino ed andavo a letto la sera, mentre finita scuola oltre ad avere iniziato magari a consumare più alcol con più feste durante la settimana ed avere iniziato a fumare, non ho più avuto una vita regolare come orari di andare a letto e svegliarmi, o almeno non per lunghi periodi e magari il mio corpo è perennemente "scombussolato".
ps. per quanto riguarda i rapporti con la mia ragazza li ho facilmente, solo che quando si inizia a cambiare posizione capita che perdo l'erezione e magari necessito di qualche istante e la posizione io sotto lei sopra è la più difficoltosa sia per mantenimento erezione che per forma pene.
in attesa di una vostra risposta e magari di un contatto o un modo per inviare le foto del pene (sarebbe molto importante per me, giusto per sentire il parere di un esperto), distinti salut

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

non invii foto od altro che, senza una valutazione clinica diretta, poco a nulla ci dicono di più.

Detto questo poi il primo consiglio che, da questa postazione, possiamo darle è quella di recuperare "una vita regolare" e fare in modo che il suo corpo non sia perennemente "scombussolato".

Ancora, come spesso ripeto da questo sito e vista la sua "giovane" età, approfitti di questi "disturbi-malesseri" e non sicurezze, per conoscere finalmente, se non ancora fatto, o riconsultare, se già conosciuto, in diretta il suo andrologo di fiducia.

Sull'incurvamento del suo pene infine le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/227-pene-curvo-valuta-fa.html

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
Gentile dottore la ringrazio molto per la risposta.
Per quanto riguarda le foto so che non potete darmi informazioni su eventuali problematiche ma sicuramente potete valutare se la forma e l incurvamento è normale oppure c'è qualcosa di strano. Sarebbe molto imporre per me . Ed altra cosa per quanto riguarda la durezza del pene è normale che diverse persone abbiano diverse durezze giusto? E magari diciamo il mio è così e basta a prescindere da patologie. Ed altra cosa che non ho capito è riguardo al fatto se l'etezione mattutina assente possa dipendere dallo stile di vita. Ultima cosa: la forma del pene dipende da come è stato "trattato" durante la crescita? Intendo che da piccolo "mi toccavo" spesso ma non nel senso di una classica masturbazione bensì a pancia in giù e prendendo il pene anche mille in mano e continuando a palpare il glande per intenderci. Scusi i termini smussati ed il linguaggio poco forbito.
Distinti saluti
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

ribadendo l'inutilità della valutazione di foto, senza poter fare una valutazione clinica diretta con eventuali indagini ecografiche, le ribadisco che tutte le particolari questioni che la riguardano devono essere ben discusse con il suo andrologo di riferimento.

Detto questo, alle due prime questioni poste, sulla "durezza" e sulle "erezioni mattutine", le rispondo comunque con due sintetici ma precisi sì.

Un cordiale saluto.



[#4] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio per la risposta dottore. Un ultima cosa alla quale non mi ha risposto: per quanto riguarda la frattura delle vertebre Dorsali quarta e quinta? ricordo che la mia vita a prescindere da questo problema di cui stiamo parlando è tornata ad essere la stessa, faccio sport anche a livello agonistico,... ecc

in attesa di risposta la ringrazio nuovamente
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
La "frattura delle vertebre Dorsali quarta e quinta" con una ripresa completa delle sue normali attività, anche quelle sportive, mal si collega con i problemi clinici particolari da lei lamentati.
[#6] dopo  
Utente 396XXX

Iscritto dal 2015
Ancora grazie dottore.

A prescindere da tutte le problematiche esposte avrei un ultima domanda: il mio pene ha anche questa problematica e a parte il consiglio di andare da uno specialista che farò di nuovo e senz'altro, vorrei chiederle magari una conferma che sia una cosa comunque possibile o nei ranghi di normalità oppure se è una cosa di cui preoccuparsi quanto sto per dirle.

Senza altre premesse, il mio pene in erezione è più rigido a metà asta sino al glande rispetto alla base che risulta più debole, debolezza data anche dal fatto che sulla destra è ben più pieghevole che non a sinistra. Per intenderci se a pene completamente eretto lo scuoto in quella parte (alla base sulla destra) presenta una flessione come se li il corpo cavernoso non si indurisse e con lo squotimento questa "pieghevolezza" è visibile. Inoltre un'altra cosa che percepisco è che "la canula" attraverso cui passa l'urina non è perfettamente al centro ma spostata sulla destra e passante proprio su quel punto di flessione. E' una cosa che presumo di avere da sempre e non in seguito a traumi particolari anche se ricordo di avere avuto un piegamento del pene in quel punto durante un atto sessuale ma senza particolari dolori il giorno dopo o macchie o quant'altro ed un piegamento dato proprio dal fatto che è pieghevole in quel punto e non come"rottura" di una precedente durezza.

Facendo riferimento, per quanto sia una cosa profittevole, ai film porno una tale flessione l'ho già vista ma magari non laterale bensì sulla parte superiore del pene e quindi questa flessione "spezza" il pene verso l'alto e non verso desta come me. Altra precisazione il pene eretto è abbastanza dritto, non è storto a causa di quel punto che però non diventa rigido. Riassumendo è come se il corpo cavernoso sinistro fosse completo mentre quello destro fosse non sviluppato o non in grado di assolvere al suo compito in quel punto.

Sperando di non risultare troppo lungo ed avere spiegato bene attendo risposta.

grazie mille in anticipo, cordialmente
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

purtroppo , anche le ultime e complesse informazioni che ci fornisce non ci permettono di fare una precisa diagnosi, senza poter fare una valutazione clinica diretta e quindi il consiglio purtroppo rimane quello di fare una valutazione clinica reale con esperto andrologo.

Ancora un cordiale saluto.