Utente 396XXX
Buonasera, vi espongo in breve il mio problema, cieca due mesi fa ho iniziato a sentire telefonicamente una ragazza, dopo qualche settimana ci siamo incontrati, lei non era come mi aspettavo comunque abbastanza carina, decidiamo di fare sesso e va tutto bene sia dal punto di vista dell errzione che eccitamento, verso il quarto incontro non so perche ho fatto "cilecca" come si suol dire e questa cosa mi ha buttato in uno sconforto totale anche erche in 30 anni non mi era mai successo. Ho utilizzato cialis e le cose sono un po migliorate anche se ho notato che nel momento in cui mi appresto ad iniZiare il rapporto mi viene la paura di non riuscire a tenere in erezione il pene e conseguenzialmente non riesco a mantenerla.
Da questa situazione sta derivando anche una incapacitá ad eccitarmi cosa che prima non succedeva, devp dire comunque che con quest ultima ragaZza ho bruciato un po le tappe nel senso che ho fatto promesse che non avrei mai potuto mantenere e mi é risultato difficile farle capire che non volevo una storia seria, potrebbe essere stato questo il motivo della mia defaiance? Ora come faccio a tornare come prima? Mi sembra di essere entrato in un tunnel senza uscita ogni volta faccio prove per vedere se mantengo l erezione e quando ho un rapporto con una ragazza penso sempre al fatto che potrei non riuscire a mantenere l erezione.
Per concludere preciso che sono stato lasciato dalla mia ex dopo 6 anni qlke mese fa e da allora ho avuto soo rapporti occasionali o comunque durati non piu di qualche mese

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

sembra essere stato colpito da quella che viene anche chiamata "ansia da prestazione".

Recuperi l'aspetto ludico e "giocoso" che deve avere un regolare rapporto sessuale , se questa prospettiva è diventata per lei difficile in alcuni casi è utile anche un confronto con esperto psicologo.

Comunque ora consulti in diretta anche il suo andrologo di fiducia che saprà sicuramente indicarle la strategia corretta da seguire per superare questi particolari problemi sessuali.

Nel frattempo, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/184-erezione-fare.html

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/1234-nuove-terapie-emergenti-trattamento-disfunzione-erettile-de.html

http://www.medicitalia.it/giovanniberetta/news/1580/Fitoterapie-e-deficit-dell-erezione

http://www.medicitalia.it/salute/andrologia/111-disfunzione-erettile.html

Un cordiale saluto.