Utente 395XXX
Salve a tutti, vi scrivo perchè all'ottavo giorno di assunzione di antibiotico Augmentin (1 ogni 12 h) mi si è presentato un fastidioso prurito su tutto il corpo, ho preso un antistaminico (Loratadina 10 mg) prima di andare a dormire ma non ha avuto granché effetto. E' normale che un antibiotico dia uno sfogo del genere quasi 10 gg dopo la sua assunzione oppure devo considerare altre affezioni (es.epato-biliari) che possano aver provocato questo sfogo?

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
no, potrebbe trattarsi di un esordio di reazione avversa al farmaco: contatti subito il medico di fiducia o il dermatologo e sospenda fino ad allora l'antibiotico.

saluti!

Dr Laino

[#2] dopo  
Utente 395XXX

Iscritto dal 2015
Gentile Dottore,
grazie per la cortese e celere risposta. Le spiego bene le cose come sono andate: martedì sera prima di andare a dormire mi è venuto questo prurito nella zona del collo, non ci ho dato peso e sono andato a dormire. Giorno dopo passo tutta la giornata con il prurito (migrante in tutte le parti del corpo) ergo decido di spospendere la cura e in serata sento il dottore che me l'ha prescritto (il mio ORL di fiducia) e mi dice anche lui di sospendere e prendere un antistaminico o un cortisonico. Ho optato per l'antistaminico (preso in serata prima di andare a dormire) in quanto già alcune settimane fa ho dovuto fare un ciclo di cortisone e quindi non volevo appesantirmi troppo, però l'effetto è stato blando. Mi chiedevo semplicemente, continuando con l'antistaminico questi sintomi quanto possano durare ancora? E inoltre è possibile avere una reazione avversa dopo così tanto tempo?
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Le reazioni avverse al farmaco possono essere anche ritardate di qualche tempo

Come va a distanza di giorni? ha fatto la visita?

Saluti
Dr Laino
[#4] dopo  
Utente 395XXX

Iscritto dal 2015
Gentile Dottore buongiorno,
sono stato dal medico di famiglia, ha visto lo sfogo e sospetta anche lui una reazione avversa da antibiotico, sto prendendo Bentelan 1mg 1cp/die per 3 gg e mezza/die per altri 2 gg. Diciamo che il prurito è in lieve miglioramento, non scomparso, ma decisamente meglio sopportabile rispetto all'inizio. Volevo chiederLe, al termine della cura (dovrebbe essere domani), se non è passato del tutto, è bene rivolgermi a un dermatologo e/o allergologo, oppure lascio passare qualche giorno?
La ringrazio per la disponibilità e buon inizio di settimana.
[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Direi proprio di sì, anche perché sta facendo un dosaggio di corticosteroide -Se fosse confermata questa patologia- molto vicino all'acqua fresca!
Dr Laino
[#6] dopo  
Utente 395XXX

Iscritto dal 2015
Gentile dottore,
ho terminato la cura, il prurito è diminuito di molto ma non del tutto scomparso, più che altro noto una maggiore sensibilità della pelle, nel senso che, se magari la strofino con un pochino più di vigore, si arrossa immediatamente e si fa qualche piccolo pomfo, il tutto poi sparisce in meno 15/20 min. Mi sto seriamente preoccupando (dovrei?) e credo proprio che in settimana prossima vedrò uno specialista, grazie mille per la Sua disponibilità.
[#7] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Nessun ansia, ma veda uno specialista dermatologo in tempi ragionevolmente brevi. Cari saluti.
Dr Laino
[#8] dopo  
Utente 395XXX

Iscritto dal 2015
Grazie mille dottore! Ultima cosa, visto che l'amoxicillina non mi aveva mai dato problemi fino ad ora (e l'ho presa diverse volte in passato), esistono dei test specifici che possano attestare questa allergia o no? Lo chiedo perché se ho effettivamente questa ipersensibilità forse sarebbe bene appurarla definitivamente, dato che comunque le penicilline sono antibiotici molto in uso?
[#9] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Si esistono test di scatenamento orale: sono rischiosi e vanno condotti in ambiente protetto ospedaliero.

carissimi saluti

Dr Laino
www.latuapelle.it