Utente 110XXX
Gentili Dottori,
Ho 27 anni e sono alla 4 settimana di gravidanza più qualche giorno (son trascorsi 33 giorni dall'ultima mestruazione. Gravidanza dovuta ad una contraccezione fallita.
Sono in attesa del certificato di ripensamento che avrò tra due giorni per praticare l'IVG.
Mi Chiedevo quali fossero i tempi d'attesa per l'intervento al policlinico di Bari e/o alla clinica Santa Maria poiché ho letto diversi articoli che parlano di tempi d'attesa molto lunghi o di troppi medici obbiettori di coscienza.
Inoltre vorrei sapere quale metodica sarebbe utilizzata (escludendo la Ru486 che non voglio assumere per timore degli effetti collaterali) essendo io in fase ancora non avanzata di gravidanza.
Ringrazio chiunque mi risponderà.
[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Entro la settima settimana accertata ecograficamente) può praticare l'aborto medico con RU486 , dopo la settima ed entro il NOVANTESIMO giorno , sempre a partire dal primo giorno dell'ultima mestruazione , può praticare l'aborto chirurgico (raschiamento) (LEGGE 194/78)
Aggiungo ai Centri che ha menzionato anche il Poliambulatorio di Triggiano ( OSPEDALE DI VENERE) .
In seguito le auguro BUONA CONTRACCEZIONE
SALUTI
[#2] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dottore,
mi hanno praticato una IVG con isterosuzione e curette, ieri mattina. Ero alla sesta settimana + 4. Alla dimissione il ginecologo mi ha prescritto azitromicina 500mg x 3 die e methergin 2cpr da 0,125mg ogni 12h per 7 die. (in pratica 4 cpr al giorno).
Spaventata dai possibili effetti collaterali, e dalla lunghezza della terapia (da bugiardino son previsti 5 gg di somministrazione) ho iniziato l'assunzione stamane con una sola cpr (anzichè due) e intendevo fare altrettanto in serata, ma il mio medico di base (che mi ha compilato la ricetta per la farmacia) mi ha invitata ad assumere tutte e 4 le cpr prospettandomi, altrimenti, la formazione di coaguli e infezioni e la possibilità di dovermi sottoporre ad ulteriore raschiamento. In alternativa mi ha proposto l'assunzione di 3 cpr (1 ogni otto ore) per 5-7gg.

Sono confusa e spaventata e non so quali dosi seguire.
Ne prendo 2 stasera visto che ne ho presa soltanto 1 stamane? O ne prendo 1 nel pomeriggio e 1 stasera? O per stasera continuo con 1 e domani ne prendo 2 x 2?
E per 5 gg come dice il medico di base o per 7 come prescritto alla dimissione?
[#3] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Sono sufficienti 2 confetti al dì LONTANO DAI PASTI per 5 gg.
Dipende dalla perdita ematica e da eventuali contrazioni dolorose generate dal METHERGIN
[#4] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
Okay. La ringrazio Dottore.
Mi chiedo però come mai questa prescrizione massiccia da parte del ginecologo? Sarà mica per ovviare ad eventuali residui lasciati? E cosa intende quando scrive "dipende dalla perdita ematica"? Che in base a quante perdite ho devo regolarmi con le quantità da assumere o che gli effetti collaterali dipendono dalle perdite ematiche? Quindi se ne prendo due al dì non rischio grumi o coaguli?
[#5] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
Mi scusi dottore ma ho appena letto sul bugiardino dell'azitromicina che questa come altri macrolidi non va somministrata contemporaneamente a derivati dell'ergot perché può causare crisi di ergotismo.
Quindi che faccio? Inizio a prendere il methergin da dopo domani quando avrò finito l'azitromicina?
La prima cpr di methergin l'ho presa stamane alle 8 quindi a 15 ore dallo zitromax di ieri, adesso ho ripreso lo zitromax dopo 9 ore dal methergin di stamane e dovrò riprendere il methergin tra 3 ore? Sinceramente mi spaventa questa cosa.
[#6] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Sì questo è il comportamento corretto