Utente 387XXX
Buongiorno a tutti i medici che leggeranno il mio post. A giugno, dopp forti dolori lombari, mi reco dal medico curante che mi prescrive radiografia al rachide lombosacrsle. Vi riporto l'esito. "Marcata rotoscoliosi dx convessa e spazi intersomatici da L3 ad S1 tutti asimmetrici e ristretti". Ultimamente noto una certa "pesantezza" alle gambe ed una muscolatura molto contratta che mi fa percepire le gambe come due legni! Volevo chiedervi se c'e' il rischio di qualche ernia del disco (se si quale esame tra RM e Tac e' migliore) e se questa potrebbe generare anche qualche problema nel mantenimento dell'erezione (altro problema concomitante che ho riscontrato). Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
8% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
In linea generale e del tutto teorica, e quindi indipendentemente dal Suo caso personale, la risposta è affermativa a entrambe le domande. Si faccia visitare subito da un ortopedico esperto in chirurgia vertebrale in una delle strutture ospedaliere della città che ha indicato nei Suoi dati (compreso il Rizzoli di Bagheria) per valutare le cause dei Suoi disturbi. La scelta dell'esame più indicato è compito esclusivo del medico che, dopo averLa interrogata, ascoltata e visitata, deciderà quale sia quello che più gli (=al medico) serve. Qualsiasi accertamento radiologico infatti non serve MAI al paziente, che ovviamente non ha nessuna capacità di servirsene, ma serve SOLO ED ESCLUSIVAMENTE al medico che l'ha prescritto, e MAI "tanto per vedere se c'è qualcosa" ma SOLO ED ESCLUSIVAMENTE per confermare o escludere un'ipotesi diagnostica oppure per approfondire una diagnosi già fatta. Non perda altro tempo, perché prima chiarisce l'origine dei disturbi prima guarisce.
Cordiali saluti