Utente 398XXX
Buongiorno,

Ho da sempre sofferto di eiaculazione ritardata, ma non assente: cioè per eiaculare, per lo "scatto finale" in un rapporto (in tempi abbastanza "normali") ho bisogno cioè di stimolarmi manualemnte, ovvero masturbarmi. Io e la mia compagna non ci lamentiamo della soddisfazione dei nostri rapporti; ciò che mi inquieta però è la possibilità di fecondare la mia compagna; cioè arrivati alla fine del rapporto e una volta stimolatomi e raggiunto l'orgasmo rientrando nella vagina per deporre il seme quante probabilità ho di riuscire? oppure ci sono delle tecniche per chi come me soffre di questo problema? vi ringrazio anticipatamente per la risposta perché questo problema (che non ho mai vissuto come un problema) comincia ad impensierirmi.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

se il suo liquido seminale non presenta alcun problema quello che ci racconta dovrebbe essere sufficiente per "fecondare la sua compagna".

Detto questo, se desidera avere più informazioni dettagliate su questa disfunzione sessuale, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/228-rapporto-tarda-finire-impotenza-eiaculatoria-fare.html

Un cordiale saluto.