Utente 277XXX
Buongiorno dottori, ho effettuato una circoncisione totale il 4 ottobre per fimosi non serrata, e da allora devo dire che il decorso post-operatorio si è concluso senza troppi patemi.
Ho effettuato due visite: quella subito successiva all'operazione(3 giorni dopo) e quella alla caduta effettiva di tutti i punti(Circa 40 giorni dopo).
I dottori che mi avevano visitato avevano riscontrato solo un eccesso di siero nella parte sinistra della cicatrice, dove si era formato un piccolo rigonfiamento. Ma mi avevano rassicurato che nel giro di un paio di mesi tutto si sarebbe assestato.Dopo 4 mesi però il gonfiore in minima parte c'è ancora.
Dopo la masturbazione o il sesso, quella parte di cicatrice tende ad arrossarsi e rimanere gonfia per una mezz'oretta, senza darmi dolori o fastidi. Specifico che questo accade solo in posizione di non-erezione.
So perfettamente che che senza un riscontro visivo è difficile dare pareri seri via internet, ma visto che non ho dolori o fastidi(è prettamente una questione estetica) non ho reputato necessaria la prenotazione dall'urologo.

Quindi vi chiedo: in 4 mesi la cicatrice avrebbe dovuto concludere la sua completa guarigione? O i tempi sono più lunghi?
Il dottore che mi visitò l'ultima volta mi annunciò che se non si fosse sgonfiato avrei dovuto applicare una pomata cortisonica sulla parte interessata. Devo seguire il suo consiglio a distanza di 4 mesi? Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
un po di quella pomata non ha mai ucciso nessuno, ma personalmete non farei nulla, abbondando però nelle penetrazioni vaginali (lubrificano e massaggiano). E' medicina provata: dica alla morosa di sacrificarsi...per la sua salute ovvio.