Utente 256XXX
Buonasera dottori, sono una ragazza di 22 anni. La domanda è molto semplice: anni fa ho avuto un periodo in cui ho avuto molte infezioni, solo che nn ho mai curato perché venivano i sintomi cioè bruciore alla minzione o sensazione strana nelle parti intime e poi andavano via quindi non ci facevo più caso. Proprio ieri è l altro ieri, è successo ovviamente altre volte in questi anni, ho avvertito per qualche ora di nuovo quel fastidio "fastidioso" e avevo intenzione di andare dal dottore e farmi scrivere il tampone vaginale per sapere cos e.. Solo che già da ieri sera non sento più niente. Com è possibile? Il mio ragazzo che studia infermieristica mi dice che se avverto quella sensazione vuol dire che ci sono dei batteri e anche se i sintomi nn ci sono più vanno comunque tolti quindi lui sostiene che la mia sia diventata ormai una cosa cronica a partire proprio da anni fa quando nn ho curato quei sintomi che avevo molto molto spesso. Cosa devo fare? Tempo fa una ginecologa mi disse che il tampone va fatto solo quando si hanno i sintomi altrimenti uscirà sempre negativo ecco Xke ho cambiato idea anche sul farlo. Quindi può essere che un infezione di anni fa diventi cronica e si faccia sentire ogni tanto oppure il fastidio che avveriamo ogni tanto noi donne e normale e nn c'è nessun problema?
Ricordo che le analisi delle urine escono sempre bene. Grazie
[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Lei parla di infezione delle vie urinarie , ma la coltura del tampone vaginale si riferisce ad infezione della vagina, della vulva.
Per poter fare diagnosi di infezioni delle vie urinarie deve eseguire una URINOCOLTURA accompagnata dall'antibiogramma. E' bene però ricordare che l'urinocoltura è attendibile solamente se la raccolta delle urine avviene in modo congruo. La pulizia dei genitali esterni va attentamente curata per evitare la contaminazione uretrale .
Almeno 72 ore prima di questo esame colturale è importante l'assoluta astensione da terapie antibiotiche.
saluti
[#2] dopo  
Utente 256XXX

Iscritto dal 2012
Quindi se ho capito bene la prossima volta che avrò quel fastidio andrò subito a fare l urinocoltura. Perciò il tampone in questo caso non è adatto per vedere cosa causa questo sintomo. Tengo a precisare che ogni volta che ho fatto l urinocoltura ho sempre preso il campione di urina appena alzata al mattino e dopo aver lavato le parti intime come sempre.
Potrebbe rispondermi alla domanda in cui le ho chiesto se può succedere che dei sintomi di un'infezione non curata anni prima può diventare cronica anche senza avere più sintomi? Cioè è possibile che il nostro corpo sconfigga il problema da solo? Perché l altro giorno ho avuto il sintomo per qualche ora è il giorno dopo non l ho avuto più? Cosa accade? Grazie.