Utente 404XXX
Buongiorno.
.
Ho 40 anni. Breve info. Omosessuale.
2004 : cancro al testicolo sx, con asportazione + 3 cicli completi di chemio (cisplatino). I controlli tutti ok negli anni.
Ad aprile del 2010, mi sveglio un mattino con fortissimi mal di testa , dolori sulla parte frontale della testa... dopo svariate settimane, eseguo nuovi controlli oncologici, e tutto è negativo. Circa 60gg dopo questi dolori (che si sono ripetuti di giorno come di sera, occasionalmente) , tutto sparisce.
.
A luglio del 2010, durante un incontro con un ragazzo che già conoscevo, ho avuto x la prima volta un assenza totale di erezione. Conoscendoci... non ci siamo "allarmati" sarà il caldo la stanchezza o quant'altro. Tuttavia, da quel giorno il problema è rimasto costante.
.
Ho fatto diverse visite. controllato la prostata, fatto eco-color-doppler penieno statico e dinamico, ma sembra che tutto sia apposto. Mi è stata attribuita una causa probabilmente psicologica da stress.
.
Le erezioni notturne negli anni tuttavia si sono diradate (non me ne ricordo più nemmeno una.. al mese) . quelle mattutine idem. ho provato diversi psicologi, fatto terapie di medie durate (6 ... 8 mesi ognuna, poi interrompevo, cambiavo... ). Il viagra spesso nemmeno aiuta. Il cialis un pò di più...
ho fatto un trattamento di cialis continuato ... prescritto sempre dal medico (5mg al giorno ) ma non ho tratto grandi giovamenti.
.
E' anche normale che ormai, si è innescato un ansia da prestazione aggiuntiva, come potrebbe essere diversamente. Sono letteralmente disperato. A 40 anni non riesco più ad intravedere la possibilità di una relazione, perché ormai totalmente impotente.
Durante i rapporti a volte l'erezione va (mi è anche capitato volte in cui era assolutamente assente anche con viagra etc..) , ma cmq non si mantiene mai.
Le mie masturbazioni sono difficili, debbo stimolare molto, e cmq l'erezione non è mai veramente completa, sempre parziale.
.
Possibile che dopo 6 anni, io non abbia MAI più erezioni spontanee, e cmq nemmeno durature (mantengo l'erezione solo e soltanto se mantengo lo stimolo manuale, altrimenti, perdo totalmente l'erezione).
.
Ho l'impressione che la risposta più facile più ovvia è : problema psicologico. Ma nessuno e dico NESSUNO che ti dice : ti consiglio di andare qui, o fare questo. Esiste una soluzione? Ed in finale. Un problema psicologico può durare cosi tanto a lungo ? E' l'unica spiegazione possibile?
.
Non potrebbe essere un segno (forse esagero) di sclerosi multipla (che nei giovani non è facilmente diagnosticabile, e spesso fraintesa con altri sintomi) ? Soffro anche di secchezza agli occhi. Di stanchezza cronica. Non dico che sia QUELLO, ma NON potrebbe' ?
.
Grazie della vostra attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,.
il fatto che non abbia avuto giovamento da terapie psicologiche e che la terapia farmacologica a volte non vada non significa che la diagnosi iniziale sia errata. In questi casi vi sono altri rimedi: prostaglandina endouretrale, autoiniezione intracavernosa p chirurgia protesica. Ne parli con bravo collega.
[#2] dopo  
Utente 404XXX

Iscritto dal 2016
Grazie dottore.
Certo, possibile, ma non andrebbero dopo 6 anni escluse tutte le piste fisiologiche possibili , prima di accertare che sia unicamente mentale/psicologica ?
Inoltre mi chiedo : essendo diffuso il problema, che terapie possono giovare a questi meccanismi ? Esisterà pure un indicazione ? Cerco di capire quali sono le terapie che hanno dato risultati, laddove il problema è psicologico. Grazie mille.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Certo, possibile, ma non andrebbero dopo 6 anni escluse tutte le piste fisiologiche possibili , prima di accertare che sia unicamente mentale/psicologica ?
UNA VISITA DA ESPERTO COLLEGA MALE NON FA.


noltre mi chiedo : essendo diffuso il problema, che terapie possono giovare a questi meccanismi ? Esisterà pure un indicazione ? Cerco di capire quali sono le terapie che hanno dato risultati, laddove il problema è psicologico.
BISOGNA CREDO, SALTARE ILFOSSO IN QUESTI CASI, SENZA STARE A VOLER CAPIRE PIU' DI QUANTOP UNA DIAGNOSI MEDICA SIA IN GRADO DI DIRE
[#4] dopo  
Utente 404XXX

Iscritto dal 2016
Dottore,

io ho fatto diversi controlli, da diversi medici, anche più di uno, in parallelo in ospedali diversi. Buttano tutti la pillola gialla sul tavolo, come soluzione del problema. Qualche anno fà, quando ebbi la disgrazia di dire che "fumavo" (senza neanche minimamente porsi il problema di quanto, etc.. ) , ecco, hanno trovato subito la causa. Ho smesso di fumare per 4 anni (avevo iniziato da 2... non da 20anni)... e anche li non è successo niente.

Per esperto collega, dove mi consiglia di andare ? qualche centro ESPERTO in italia ? a Roma ?

Cosa intende per "saltare il fosso" ? Grazie
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
"io ho fatto diversi controlli, da diversi medici, anche più di uno, in parallelo in ospedali diversi"
Allora non ha bisgno di fare ulteriori controlli

Buttiamo la pillola gialla: quello abbiamo. Se vuole ce ne son di azzurre, di rosse e di marroni.

Saltare il fosso significa non gonsiderare le cause del deficit erettivo ed agire su un piano esclusivamente sintomatico.

Non si irriti.
[#6] dopo  
Utente 404XXX

Iscritto dal 2016
Sono tutt'altro che irritato, ma mi sorprendono le sue risposte. Sembra lei irritato per le mie domande e per quello che scrivo. Più che irritato sono disperato. Avere problemi sessuali, è un dramma alla mia età.
Mi sono iscritto qui per avere aiuto concreto (non dico che si abbia la soluzione in mano). Non per fare il polemico.
E ponevo l'attenzione su due fattori. Sclerosi multipla può esserne una causa ? consigli ? E terapie valide per il superamento del problema psicologico, quali negli anni hanno dimostrato efficacia ?
Per ultima domanda le chiesi : su Roma, lei ha consigli da dare su centri esperti a riguardo ?
Grazie.
[#7] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
I rimedi glieli ho scritti nel primo post:

In questi casi vi sono altri rimedi: prostaglandina endouretrale, autoiniezione intracavernosa o chirurgia protesica.

Questo passa il convento

E che c' entra la sclerosi multipla? Se le è stato detto che non vi sono problemi fisici non ve ne sono. Il deficit erettivo non è sintomo di apertura della sclerosi multipla.

I centri romani? visita il sito della società italiana di andrologia o il nostro. sono doc.